Quantcast

Le Rubriche di RavennaNotizie - La posta dei lettori

Al Pala De André file interminabili di auto e poche postazioni per i tamponi: lo sfogo di una ravennate

Più informazioni su

Vorrei condividere un’esperienza sconcertante accaduta la sera del 6 dicembre al punto tamponi drive in del Pala De André a Ravenna. A causa della positività di un compagno di classe di mia figlia, tutta la classe è stata convocata per fare un tampone molecolare di controllo con appuntamento alle 19 presso il drive in.
Una volta arrivate (io e mia figlia) ci siamo trovate dinanzi una fila interminabile di macchine che, sicuramente, non potevano essere solo di genitori che stavano portando gli alunni della classe di mia figlia. La fila iniziava già in via Trieste e con il passare del tempo ha raggiunto la rotonda ostacolando il traffico.

Rassegnate, avanzando lentamente con la nostra vettura assieme a tante auto in continuo movimento (con persone che scendevano dai mezzi per chiacchierare, per fare giri con i bimbi nel passeggino, ecc) abbiamo atteso due ore e mezza prima che arrivasse finalmente il nostro turno. Arrivate alle 18.30 con lauto anticipo siamo tornate a casa alle 21. E, incredibile ma vero, mentre noi ce ne stavamo andando, abbiamo visto una coda lunga di auto che ancora aspettava per entrare.

Mi chiedo come sia possibile che, dopo due anni di pandemia e in piena quarta ondata, non siamo ancora in grado di organizzare le cose un po’ meglio?! Viabilità e gestione smaltimento delle file pessime per non dire assurde. Un’unica entrata e un’unica uscita previste, condizione che ci ha costrette a fare la fila anche in uscita dopo aver effettuato il tampone a mia figlia perché le macchine presenti sulla strada non davano spazio.

Smantellato l’hub vaccinale sono state lasciate SOLO 2 postazioni per l’esecuzione dei tamponi. Trovo questa soluzione assurda. Non sarebbe possibile fissare gli appuntamenti in un orario diverso per ogni scuola con questi scaglionati in un intero pomeriggio o in tutta la giornata evitando di far trascorrere ore di attesa a studenti, professori, famiglie con bambini piccoli e anziani ?
Oltretutto non è presente la possibilità di usufruire dei servizi igienici in quanto assenti. Ho visto mamme costrette a far scendere i piccoli per i bisogni all’aria aperta, per non parlare delle due povere infermiere che stavano lavorando in pieno smog effettuando tantissimi tamponi.

Vorrei solo sperare che le situazioni di ieri sera siano sporadiche…magari nelle giornate particolarmente impegnative e con tanti tamponi da effettuare e noi siamo state sfortunate.
Sabato ci tocca un secondo tampone…ma questa volta mi preparo un termos di caffè caldo e panini per cena.

Anna Jach

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Andrea

    Purtroppo, signora Anna mi è capitato di passare più volte di lì e posso confermare quello che ha scritti. Non si è trattato di un caso isolato,ho visto spesso la fila fino alla rotonda del ponte mobile creando non poco disagio alla circolazione.

  2. Scritto da Roberta

    Non era una situazione straordinaria è purtroppo sempre così.Gli appuntamenti vengono già dati ad orari diversi ma sono troppi da gestire. IN più il doppio tampone 0 e 5 ovviamente peggiorano la situazione. A fOrli si è arrivati a 4 ore di attesa…non credo troveranno soluzioni o proveranno a migliorare la situazione.

  3. Scritto da Rachele

    Lo stesso giorno alle 11.30 ho fatto tutto in 20 minuti. Fila compresa.