Quantcast

Le Rubriche di RavennaNotizie - La posta dei lettori

Il videomapping su San Vitale e San Francesco, costato oltre 100 mila euro, attira a Ravenna turisti nazionali e internazionali?

Il Comune di Ravenna, sulla base dell’esperienza maturata con le proiezioni di videomapping prodotte ininterrottamente dal 2011 al 2019, ne ha realizzato due di impronta architetturale per il Natale 2021-2022, evento clou di queste festività. La rassegna, promossa dall’assessorato comunale al Turismo e curata da Andrea Bernabini, iniziata il 18 dicembre con termine il 9 gennaio, proietta sulla Basilica di San Vitale, dalle 17.30 alle 22.00, le conosciute “Visioni di eterno – II dono dell’imperatrice” di precedenti edizioni (nella foto) e sulla Basilica di San Francesco, dalle 18.30 alle 22.00, il nuovo video “La luce delle parole”.

La rassegna è stata ampiamente pubblicizzata attraverso i giornali locali, trascurando però di riferire, almeno per la trasparenza dovuta all’informazione pubblica, che è costata 102.434,20 euro solo come spese dirette, finanziate a carico del bilancio comunale con un fondo destinato ad “iniziative di promozione turistica locale (PTPL)”.

Non si intende negarne la valenza culturale, né la complessità tecnologica, né il fascino scenografico, pur escludendone l’originalità, dato che da anni il videomapping non è più una novità in molte città italiane. La valutazione che tuttavia le persone attente alla spesa pubblica alimentata dai cittadini contribuenti possono ora, se vogliono, liberamente esprimersi, è se l’entità di questo investimento possa giustificarsi sotto l’aspetto della promozione turistica. Cioè, se questi video siano capaci di richiamare a Ravenna turisti intenzionati a soggiornarvi almeno una notte, a prescindere dalle altre straordinarie attrazioni, storico-artistiche, culturali, naturalistiche, ecc., che la nostra città può largamente e tangibilmente offrire. Come pure se, considerandoli invece come elementi di animazione del centro storico urbano nel periodo natalizio, in realtà molto scarsa quest’anno, non si sarebbe potuto finanziare con questa somma attività, pur compatibili con le limitazioni imposte dalla pandemia, di maggiore e vario interesse per i residenti e i visitatori.

Alvaro Ancisi
capogruppo di Lista per Ravenna – Polo civico popolare

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da armando

    Sig. Ancisi: quello che Lei scrive puo’ essere anche giusto, ma le programmazioni turistiche vanno fatte con anticipo, come ben sa !!! Scrive…”elementi di attrazione turistica, in realta’ molto scarsa quest’anno”… ma chi si aspettava un ritorno cosi’ massiccio del Covid ?? moltissimi hanno rinunciato a spostarsi e lo faranno ancora di piu’, purtroppo.- Ormai questi impegni erano stati presi e vanno mantenuti.- Quelle persone che ho visto alle proiezioni erano molto soddisfatte, qualcuno da Forli, Faenza e domenica anche da Bologna.- Lo so, faranno ritorno a casa alla sera, ma è comprensibile.- Il dato del calo del turismo , purtroppo , non è solo Ravennate, ma Italiano, Europeo, Mondiale….

  2. Scritto da Alvaro Ancisi

    Sig. Armando, il primo atto ufficiale è stato il 9 novembre scorso e quello che approva la spesa il 1° dicembre. In nessun albergo di Ravenna è mai arrivato un turista che abbia detto di essere venuto per i videomapping. Li si vogliono fare? Non si spendano soldi sul conto della programmazione turistica, ancor meno perdurando il covid. Ma questa è una mia opinione che scrivo come lettore a lettore. Nel testo ho solo dato un’informazione ingiustamente nascosta ai cittadini, lasciando a loro, come anche Lei, di esprimere liberamente il proprio giudizio. La ringrazio. Cordialmente.

  3. Scritto da Ed

    Considerazione totalmente fuori luogo. Come dire “faccio L’ albero di Natale in casa solo se mi vengono a trovare almeno 10 parenti”.

    Poi, sicuramente, se non avessero installato ivideomapping avreste polemizzato sulla mancanza di iniziative di quel tipo.

  4. Scritto da jack

    Sono felice che il sempre attento Sig. Ancisi tocchi un argomento che in questa città sembra tabù , più volte sono stato critico verso la continua programmazione di videomapping a Ravenna e la risposta che ho avuto è sempre che alla gente piace….
    Ora, sia ben chiaro che non ho nulla contro la produzione di Bernabini, ma ritengo che la “gente” che decide di fare una passeggiata nel centro della nostra bella città se ha la possibilità di assistere ad uno spettacolo “gratis” lo fa volentieri, ma allo stesso tempo mi chiedo se è giusto che da anni l’incarico venga assegnato alla stessa persona. Anche perchè alla lunga si finisce per vedere (come è ovvio che sia)pù o meno le stesse poste e visto che i soldi ci sono variare non sarebbe male, magari creando una sorta di festival del videomapping in cui vengono invitati ogni anno artisti diversi e perchè no coinvolgendo anche le scuole d’arte di Ravenna, alrimenti di queste immagini proiettate sui nostri bei monumenti non rimane mai nulla.

  5. Scritto da Gaia

    Ho amato moltissimo il videomapping di San Vitale ed è il ricordo più bello che porto via con me dalla città, dopo aver visitato tutti i siti Patrimonio dell’unesco e non, aver avuto questa sorpresa il 31 sera ha reso il capodanno veramente un’esperienza culturale preziosa. Veramente complimenti. Mi dispiace non aver visto il videomapping a San Francesco. La qualità costa, ma ci regala anche tanta bellezza che di questi tempi serve .