Quantcast

Le Rubriche di RavennaNotizie - La posta dei lettori

A Lido di Dante la pratica del naturismo non comincia il 28 maggio

Più informazioni su

Ci sono naturisti poco informati che ritengono che si possa praticare il naturismo a Lido di Dante solo dal 28 maggio prossimo per il fatto che l’ordinanza sindacale inizia quel giorno. In base alla mia lunga esperienza sulla questione naturista sono convinco che non corrisponda alla realtà ma che la spiaggia libera notoriamente frequentata dai naturisti dal 1977 senza le restrizioni della Forestale dirette a tutte le persone, è sempre aperta tutto l’anno per la pratica naturista, tempo permettendo.

I magistrati (e non solo quelli di Ravenna) sul naturismo alla Bassona emisero già 5 archiviazioni nel 1979 e poi tante archiviazioni od assoluzioni compresa la mia e di un amico nel 1995 e più recentemente in seguito ad una sessantina di denunce nel 2012 col comune di Ravenna guidato dal sindaco Fabrizio Matteucci, per 10 anni dal 2006, che riuscì ad avere l’appoggio della Forestale. In precedenza non era mai intervenuta contro noi dal 1977.

Aggiungo che io dal 2016, anche con le sanzioni capestro ora sparite grazie alla Corte Costituzionale, mi sono posto all’inizio, a nord, nell’area storicamente da noi frequentata anche con ordinanze sindacali che consentivano il naturismo più a sud, ma pur avendo avuto molte visite e segnalazioni per un presunto reato, non ho mai ricevuto una notifica di sanzione da parte del Prefetto. Nel caso avrei fatto ricorso anche sino alla Corte Europea.

Non mi risulta che alla Bassona ci siano state sanzioni o multe come altri chiamano, per chi praticava naturismo che abbia fatto ricorso o no, perché se dovesse capitare e non si fa ricorso chi ha sbagliato a farle vince ed in pratica, visti i tanti precedenti, manca di rispetto verso una minoranza.

Fidenzio Laghi

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da armando

    Sig. Laghi, tutti gli anni ci sorbiamo la solita solfa sul suo voler fare naturismo.- Molti, tanti lo fanno senza fare polemiche: ieri domenica, la spiaggia era piena, molti nudi e molti no.- E allora ?? Basta polemiche, rispettiamo e facciamo rispettare la spiaggia, tutto qui.- Cominciando da Lei.-

  2. Scritto da Andrea vi

    più che i naturisti poco informati sono i prepotenti che pensano che una cosa debba essere autorizzata esplicitamente per essere legale,quando è evidente che una cosa è legale quando non è vietata dalla legge e sopratutto che i sindaci non hanno il potere di autorizzare dei reati in zone dei comuni che amministrano:tutto questo è eredità dei deliri giuridici che hanno accompagnato le inutili persecuzioni del 2012 con denunce che a un certo punto hanno indotto il tribunale a non perdere più tempo e passare alle archiviazioni dirette.
    Resta il fatto che un’ordinanza che ufficializzi la questione è buona cosa,ma sul fatto che stare nudi alla Bassona non costituisca atti contro la pubblica decenza dopo oltre un centinaio di sentenze spero che nessuno abbia ulteriore voglia di discutere