Le Rubriche di RavennaNotizie - L'opinione

Cesare Zavatta: Eventi e cultura priorità dell’amministrazione, aperti a nuove proposte dei cittadini

La cultura ed i servizi di progettazione culturale sono una priorità dell’azione politica dell’Amministrazione Comunale, per almeno due ragioni fondamentali.

Cultura vuol dire, innanzitutto, tradizione e senso di appartenenza. Gli eventi devono rappresentare ed esaltare la “cervesità”, la nostra identità, le nostre eccellenze, il nostro passato, per capirlo, interpretarlo e costruire al meglio l’orizzonte futuro, la Cervia che vogliamo per i prossimi anni.

Un’eccezionale opportunità, ad esempio, può venire dagli scavi esplorativi nel sito di “Cervia Vecchia”, che hanno portato alla luce parzialmente, ma significativamente,  parte della città altomedioevale antenata della nostra Cervia e che aprono scenari interessanti sul rinvenimento della “Ficocle” etrusca e romana.

In secondo luogo, in una città a vocazione turistica come la nostra, gli eventi culturali devono avere anche una forte valenza attrattiva, intercettare flussi turistici nuovi, non necessariamente di massa, ma che, senza la presenza di determinati eventi, non visiterebbero la nostra città e non ne apprezzerebbero poi le tante e variegate bellezze.

Se Cervia, in un contesto difficile come quello dell’anno appena trascorso, ha visto il numero di presenze turistiche diminuire in misura minore di tutti gli altri comuni balneari romagnoli, lo deve ad un’offerta più variegata, fatta oltre che di mare, anche di turismo termale, di spazi verdi pinetali, di riferimenti naturalistici ed enogastronomici alla nostra grande tradizione salinara.

Nonostante infatti la difficile situazione dovuta alla pandemia, la scorsa estate sono stati riconfermati numerosi eventi e ne sono stati anche proposti di nuovi.

Accanto alle rassegne tradizionali, quali “Filosofia sotto le stelle”, “Ogni campagna è illuminata”, “Cinema suono” e molte altre, l’estate 2020 ha visto l’instaurarsi  di un importante rapporto con il Ravenna Festival, che ha portato a Cervia diversi appuntamenti.

Proprio al fine di agevolare la realizzazione di eventi nel rispetto di tutte le regole di sicurezza e di distanziamento, è stata realizzata un’arena all’aperto presso lo stadio “G. Todoli”, che ha consentito di recuperare alcuni serate della rassegna teatrale sospese per l’impossibilità di utilizzare la struttura, e  numerosi concerti , in collaborazione con le associazioni del territorio.

Altri importanti rapporti avviati nel 2020 sono stati quelli con la Milanesiana, con la serata finale a Cervia in Piazza Garibaldi, e con la Regione Emilia Romagna, che ha visto la realizzazione di due  serate dedicate allo sport (calcio e ciclismo) con ospiti molto conosciuti dal pubblico ed una serata rivolta  alla sicurezza stradale, con vari testimonial che si sono susseguiti sul palco.

Sempre in piazza Garibaldi ha avuto luogo anche  il concerto dell’artista Massimo Ranieri, uno dei pochi confermati a livello italiano.

Cervia infine è stata sede di una partenza del Giro D’Italia e proprio per valorizzare tale manifestazione in tutti i suoi aspetti, anche quelli storici, culturali e sociali, aldilà della valenza sportiva,  è stata allestita durante l’estate, un’importante mostra al Magazzino del sale, intitolata “Dinamo Rosa “,  dedicata alle donne e allo sport.

Nel mese di  ottobre, sempre nell’ambito delle iniziative collaterali al Giro D’Italia,  è stata invitata Fiona May, che ha tenuto un momento pubblico, durante il quale ha parlato della sua vita e dell’importanza dello sport anche come strumento  per una maggiore emancipazione femminile.

Ciò non toglie che siamo attentissimi ad ogni stimolo, proposta, suggerimento che ci perviene dai cittadini, dalle istituzioni culturali, dalle associazioni di volontariato, che spesso hanno una visione particolarmente privilegiata e possono contribuire in maniera efficace all’arricchimento della nostra offerta. Amministrare non “per i cittadini” ma “con i cittadini” si traduce quindi in una azione di ascolto e coinvolgimento delle migliori risorse della nostra collettività.

Cesare Zavatta Assessore alla cultura del Comune di Cervia