Quantcast

Le Rubriche di RavennaNotizie - L'opinione

Davide Ranalli: non perdiamo il senso della nostra umanità e cerchiamo di capire come dare aiuto al popolo afghano in fuga

Più informazioni su

Ci fu un tempo, non lontano, in cui una feroce dittatura rovesciò il governo socialista del Cile. Quella vicenda mosse migliaia di persone perseguitate dalla dittatura verso altri Paesi. È la storia degli esuli cileni, una storia fatta di sofferenza come ogni volta che qualcuno è costretto e togliere le radici dalla sua terra. Ma fu anche una storia di speranza e di solidarietà.

Fra i primi, fu il Partito Comunista Italiano che attraverso la sua rete di funzionari ed amministratori organizzò la ospitalità per il popolo perseguitato. I nostri comuni furono fra i primi ad aderire e dare sostegno a quelle persone, a quel popolo.

Ora che i partiti organizzati non ci sono più, non perdiamo il senso della nostra umanità e cerchiamo di capire, al più presto, come dare aiuto al popolo afghano in fuga.

Davide Ranalli – Sindaco di Lugo

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Maria

    I soldati afgani avrebbero dovuto organizzarsi per difendere il Paese, dopo ventanni di protezioni da altri Stati!