Quantcast

Le Rubriche di RavennaNotizie - L'opinione

Terzo Mondo Odv, presidente Tchameni Tchienga: “Non saremo complici del degrado dinanzi alla sede”

Più informazioni su

Charles Tchameni Tchienga, presidente Il Terzo Mondo ODV è intervenuto pubblicamente per invitare i donatori a rispettare il proprio gesto e le altre persone evitando di lasciare oggetti incustoditi fuori dalla sede dell’associazione:

“Se è vero che il sorriso di un bambino è per noi adulti un punto di forza, è altrettanto vero che nel volontariato, tutto ciò che facciamo è una goccia d’acqua nell’oceano, ma senza questa goccia l’oceano non esisterebbe. Il punto comune tra questi due detti è la responsabilità in tutto ciò che facciamo nei confronti del prossimo, soprattutto se si tratta dei bambini.

Vorrei condividere questa mia riflessione assieme a tutti coloro che sicuramente, pensando di fare del bene, lasciano incustodite le loro donazioni fuori dalla nostra sede di via Grado 30.

Non è assolutamente un comportamento appropriato per una persona che vuole fare del bene lasciare allo sbaraglio la propria donazione. Un benefattore assume un atteggiamento responsabile, perché rispetta la famiglia indigente a chi fa la donazione e forse dovrebbe essere anche un po’ geloso degli indumenti che dona.

Non vogliamo essere complici di un degrado di cui non siamo responsabili, non avendo la possibilità di tenere un volontario fisso 24 ore su 24 nella nostra sede solo per ritirare le donazioni.

Ricordo alla cittadinanza che per i ritiri delle donazioni, oltre ad essere presenti tutti i mercoledì e venerdì dalle ore 15.30 alle ore 18.30, forniamo la possibilità di ritirare, anche attraverso il numero unico 388 880417, le donazioni su appuntamento. Siamo inoltre disponibili a passare nel domicilio sabato o domenica sempre per il ritiro delle donazioni. Tutte queste informazioni sono ben visibili ed affisse in tutti gli ingressi dello sportello del sorriso.

Siamo disponibili e reperibili nell’andare incontro a tutti coloro che hanno la volontà di sostenere queste circa 300 famiglie indigenti che, ogni anno, frequentano il nostro sportello del sorriso. Diamoci la mano al fine di garantire alle bambine ed i bambini dello sportello del sorriso di via Grado 30 un servizio sano, in un ambiente adeguato che contrasti l’irresponsabilità.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Anna M

    Un paio di quaderni e scatoloni, magari posati in maniera ordinata , in buona fede,fuori dalla porta, e magari spostati da qualcuno che cercava qualcosa per se e parliamo di degrado??? Sarebbe forse stato meglio chiedere di non lasciare cose incustodite. Parlare di degrado mi sembra eccessivo