Le Rubriche di RavennaNotizie - Porto di Ravenna

Attracco Jolly Vanadio, sindaco De Pascale: “Porto di Ravenna riferimento assoluto per alto Adriatico”

Il 16 maggio 2020 Jolly Vanadio, la nave più imponente mai entrata nel Porto di Ravenna, ha attraccato al Terminal Nord del Gruppo Sapir. L’imbarcazione misura 239 metri di lunghezza (280 con la rampa di poppa estesa) e 37,5 di larghezza ed è appartenente alla flotta della Ignazio Messina, storica compagnia di navigazione genovese.

La Jolly Vanadio è stata varata nel 2015 e rappresenta, insieme alle altre sette unità gemelle di proprietà del Gruppo armatoriale, uno dei fiori all’occhiello della società: queste navi, battenti tutte bandiera italiana, sono le navi Ro-Ro portacontenitori più grandi mai costruite al mondo, sono state progettate interamente in-house, sono dotate delle più sofisticate tecnologie e impianti per la salvaguardia dell’ambiente e, per questo, hanno ottenuto dal RINA la certificazione Greenplus.

Il sindaco di Ravenna, Michele De Pascale, si è complimentato pubblicamente per la riuscita delle operazioni in un momento così complesso come quello che stiamo vivendo causa pandemia Covid-19: “Voglio complimentarmi con gli operatori dei servizi tecnico-nautici del porto di Ravenna che, nonostante il periodo molto delicato che stiamo attraversando, hanno saputo accogliere e gestire con grandissima professionalità l’attracco della Jolly Vinadio, la nave più imponente mai entrata nel nostro porto.

La qualità dei servizi e del lavoro degli operatori dello scalo ravennate dimostrano ancora una volta che il porto di Ravenna è un riferimento assoluto per tutto l’alto Adriatico”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da moro

    Sig. Sindaco,mi permetta di dissente la sua affermazione “il porto di Ravenna è un riferimento assoluto per tutto l’alto Adriatico” in quanto conferma d’una parte la difficoltà della attuale giunta a capire come il mondo odierno del trasporto marittimo è totalmente cambiato e dell’altra, l’inadeguatezza del progetto di approfondimento dei fondali dello stesso porto!
    La nave in questione è la dimensione minima in circolazione nel trasporto moderno internazionale dove il riferimento medio oggi è 16 metri di profondità (pescaggio) e 50 m di larghezza!
    Forse conviene riflettere adesso prima di approfondire i fondali a 12 m (fa ridere i polli) e fare un sforzo a cambiarlo combinando anche il suo allargamento prima che sia tardi!
    Temo che dopo avere buttato i soldi su tale approfondimento nessun governo Vi concederà un nuovo intervento su tale porto!!
    Il rischi è quando i lavori saranno terminati il porto sarà declassato … appunto al massimo a questa categorie di imbarcazioni ..se mai esisteranno esisteranno ancora tra qualche anno!

  2. Scritto da lorenzo

    Moro, sono dettagli!facciamo una colletta e spediamo il sindaco a venezia trieste e rotterdam, così magari riesce a cogliere le differenze.