Proseguono il 24 marzo “I Concerti dell’Accademia Filarmonica” dell’ISSM Verdi

Più informazioni su

Prosegue martedì 24 marzo il ciclo de “I Concerti dell’Accademia Filarmonica” dell’Istituto superiore di studi musicali “Verdi”; si tratta del secondo appuntamento della serie “C’è Musica e Musica: alla scoperta della creatività musicale nel XX e XXI secolo“.

Alla Sala Buzzi di via Berlinguer, alle 20.45, sono eseguite musiche di autori del Novecento e contemporanei; ne saranno interpreti gli allievi dell’Istituto, facenti parte dell’Ensemble cameristico diretto dal docente di Flauto Vanni Montanari. E insieme alla Scuola del prof. Montanari sono coinvolte quelle di Composizione (prof. Francesco Maria Paradiso) e Fagotto (prof. Franco Perfetti, direttore dell’Istituto). L’Ensemble cameristico sarà composto da: Alice degli Esposti e Claudio Margotti (flauti), Arianna Albonetti (oboe), Matteo Succi (clarinetto), Marcello Zinzani (clarinetto e clarinetto basso), Alex Rossi (fagotto) e Marco Santià (pianoforte, allievo della scuola di composizione).

Il programma inizia con la Sonata per clarinetto di John Cage, e prosegue con Bruno Maderna (Dialodia per due flauti), Bruno Bettinelli (Studio da concerto per fagotto solo), Francesco Balilla Pratella (Soli per flauto/flauto basso e pianoforte), Marco Santià (Astratto ma non troppo per pianoforte e Kadenz), per concludersi con Odissea sui tasti bianchi, per pianoforte, di Marek Stachowsky, un compositore vissuto dal 1936 al 2004. Quest’ultimo brano viene eseguito dall’Ensemble di fiati nella strumentazione di Mirko Maltoni.

La rassegna “C’è Musica e Musica” si propone di avvicinare alla musica del secondo Novecento e contemporanea il più vasto pubblico; promosso dalla Scuola di Composizione del “Verdi” di Ravenna, questo progetto ha la finalità di comunicare in modo chiaro, e attraverso il continuo riferimento all’esecuzione musicale, l’origine della creazione musicale nella sua tecnica e nel suo linguaggio.

A questo secondo incontro – il primo ha avuto luogo il 24 febbraio scorso, con successo di pubblico e molta partecipazione – ne seguirà un terzo di particolare importanza, che ricorderà la figura ed opera di Francesco Balilla Pratella, compositore e direttore del “Verdi” nel periodo 1927-45, a sessanta anni dalla morte. Si svolgerà il 28 aprile alla Sala “Corelli” dell’Alighieri. 

Più informazioni su