Ravenna, riparte per il terzo anno l’avventura di Marina, la sirena dei bambini

La sirena Marina è una bambola progettata dai bambini per viaggiare, con un baule e un diario, nelle scuole dei paesi e delle città della costa del mare Mediterraneo. Il progetto è nato nella scuola primaria G.Mameli, nell’anno scolastico 2018-19, sostenuto dall’Assessorato Istruzione del Comune di Ravenna e dalla Pro loco di Marina di Ravenna e da numerosi genitori.

L’intenzione di bambini e delle maestre che hanno pensato il progetto, è promuovere esperienze educative e didattiche  significative, suscitare gioia e allegria, scoprire il legame profondo che unisce chi abita in prossimità del mare e si preoccupa della sua salute e dell’ecologia, della sua storia antica e presente.  E’ desiderio e sogno dei bambini del paese di Marina di Ravenna, che scolari di altre città e paesi, condividano questo gioco e tutte le curiosità e  fantasie che può suscitare.

Sirena e baule sono partiti il 14 aprile 2018 dal porticiolo di Marina di Ravenna, hanno viaggiato fino alla fine dell’anno scolastico 2019, sono diventate una mostra per poi riposare in una biblioteca comunale, non disdegnando qualche puntata in stabilimenti balneari e librerie, luoghi pubblici, incontrando turisti e curiosi, grandi e piccini.

Nel primo anno del suo viaggio è stata ospitata da scuole, librerie e biblioteche della costa Romagnola, era presente al raduno della Barcolina e Barcolana, ospite della nave scuole Vespucci, ha fatto giocare scolari da Murgia – Trieste fino a Diano Marina – Ventimiglia. Centinaia e centinaia di bambini e bambine, hanno raccolto storie di paese e personaggi famosi o comuni, composto immagini, elaborato pensieri impensati, lanciato messaggi, intervistato pescatori, marinai, scritto poesie e resoconti, che sono finiti  nel diario di viaggio, documentando l’avventura vissuta e l’accoglienza ricevuta.

Molto oggetti sono stati introdotti nel baule, perché una regola del gioco è lasciare un dono a testimoniare la voglia di socializzare e per promuovere l’amicizia e la solidarietà. Ad Ancona, Marina la sirena, ha incontrato il bambolotto Mosciolino, che ha continuato e continuerà il viaggio con lei, a Genova ha issato con i bambini un gran Pavese inventato da loro, che ancora sventola all’interno del Museo delle culture del capitano D’Albertis.

L’anno scolastico in arrivo porta nuove possibilità, “Marina la sirena dei bambini” è pronta alla ripartenza che avverrà mercoledì 25  settembre e questa volta il viaggio sarà “costa a costa”, tra le scuole e i porti di mare dell’Italia e della Croazia. Sarà l’isola di Lussino, il suo sindaco e l’associazione italo-croata …  che l’accoglierà e coordinerà gli spostamenti tra le isole, per poi continuare il viaggio verso Dobrovick, città gemellata con Ravenna. Incontrerà le magnifiche isole del golfo del Guarnero, una lingua nuova e ancora il mare e la sua gente.