Quantcast

Gli studenti del Liceo Artistico di Ravenna realizzano opere nei monumenti Unesco della città

Un laboratorio d’arte contemporanea, nel cuore di monumenti Unesco della città. Gli studenti del Liceo Artistico “Nervi-Severini” di Ravenna saranno protagonisti, a partire da martedì 8 ottobre, di un progetto che li porterà appunto a realizzare opere, visite guidate ma anche installazione in alcuni monumenti gestiti dall’Opera di Religione, e in particolare a San Vitale, in Duomo, a Sant’Apollinare Nuovo.

Il progetto s’intitola “Artifex Mosaico” e fa parte della Biennale del Mosaico contemporaneo che per la prima volta quest’anno “abita” anche i monumenti gestiti dall’Opera di Religione, assieme alle installazioni di Felice Nittolo, inaugurate la scorsa settimana al Battistero Neoniano, al Museo e nella Cappella Arcivescovile. Sono una trentina gli studenti del Liceo Artistico che per due mesi realizzeranno dei mosaici moderni nei siti antichi. Al centro del progetto “Artifex Mosaico” ci sarà la figura dell’airone, spiega la professoressa coordinatrice del progetto Elena Pagani: quelli classici raffigurati nei mosaici antichi e alcune reinterpretazioni moderne.

“Come Diocesi abbiamo deciso di mettere a disposizione i nostri monumenti – spiega don Lorenzo Rossini, direttore dell’Ufficio Beni Culturali –, perché non sono solo per i turisti, ma sono luoghi di formazione, studio e crescita. I monumenti sono vivi, parlano certamente del passato ma sono un’ispirazione per l’oggi e per il domani”.

Il progetto “Artifex Mosaico” sarà presentato martedì 8 ottobre, alle 18 in Duomo. Nei bookshop dell’Opera è disponibile anche un catalogo dei progetti della Biennale del Mosaico che coinvolgono i monumenti diocesani.