Quantcast

Ravenna. Vita universitaria raccontata attraverso gli scatti del fotografo Vincenzo Pioggia fotogallery

In occasione delle iniziative organizzate per ripercorrere i 30 anni della Fondazione Flaminia a Ravenna, è stata inaugurata ieri, 14 ottobre, al primo piano del Palazzo dei Congressi di Largo Firenze, la mostra fotografica di Vincenzo Pioggia ‘Scatti di vita universitaria’.

Le ventotto immagini realizzate dall’artista, siciliano di origine ma laureato proprio a Ravenna in Conservazione dei Beni Culturali, raccontano attimi di vita universitaria: cosa succede nelle sedi, negli appartamenti, nelle aule ravennati, momenti unici e irripetibili vissuti da chi ha scelto Ravenna per compiere i propri studi.

Nel 2009 Pioggia partecipò al concorso fotografico “Scatti di vita universitaria” promosso dalla Fondazione Flaminia e destinato ai laureati del Campus di Ravenna. Il suo lavoro vinse il primo premio. A distanza di 10 anni è stato realizzato il nuovo progetto fotografico, ora esposto al Palazzo dei Congressi.

“La vita universitaria non è semplicemente studio. È fatta di tantissimi momenti che adesso, a distanza di vent’anni da quando studente ero io, riesco a percepire in tutto ciò che ci ruota attorno: dagli alloggi alle biblioteche, dai cortili alle aule – ha dichiarato Pioggia -. Una realtà all’apparenza semplice ma che nasconde tanto: emozioni, paure, attese, speranze e anche amori”.

L’artista ha raccontato che per realizzare il progetto “Scatti di vita universitaria” ha vissuto per mesi a contatto con gli studenti e di essersi “rivisto” nelle varie fasi della carriera universitaria: dalla matricola fuori sede ancora smarrita, allo studente in corsa verso l’obiettivo finale, la laurea.

“Le mie foto raccontano questo lato umano in un ambiente universitario, quello di Ravenna, che rappresenta l’eccellenza per strutture, didattica e personale docente e non”, ha concluso Pioggia.

La mostra resterà allestita fino a fine 2019 ed alcune delle istantanee di vita universitaria saranno collocate come manifesti in alcuni punti strategici della città allo scopo di entrare nella quotidianità della vita cittadina.