Alla Casa delle Aie di Cervia iniziano i laboratori didattici del Pane

Al via le prime iniziative della stagione culturale 2019-2020 dell’Associazione Culturale Casa delle Aie Cervia. La prima iniziativa è un “Laboratorio didattico del pane”, che si svolgerà mercoledì 23 ottobre 2019, al mattino, in orario scolastico, nella Scuola Primaria “Giuseppe Mazzini” di Milano Marittima. La classe interessata sarà la 2ª A.

Gli appuntamenti dell’anno scolastico 2019-2020, sono mirati a coinvolgere le seconde classi delle Scuole Primarie della realtà cervese del Secondo e Terzo Istituto Comprensivo. Le iniziative sono finalizzate a recuperare e a valorizzare le tradizioni romagnole legate al ” ciclo del pane”. I nove incontri complessivi si svolgono nell’arco della mattinata, a partire dalle ore 9. Presentano ed animano l’iniziativa, all’interno della scuola, Alfio Troncossi, esperto di tradizioni gastronomiche cervesi e romagnole e Marina Rosetti, nel suo ruolo di “sfoglina” ed appassionata del recupero e valorizzazione delle tradizioni gastronomiche locali. Coordinano l’attività dei laboratori e collaborano attivamente alla loro gestione Miriam Montesi e Mario Stella.

I “laboratori” costituiscono  l’occasione per ricostruire l’intero ciclo storico del pane partendo dalla semina del grano nei campi, alla mietitura, alla trebbiatura, alla macinazione del grano per ricavare la farina. Questa costituisce la materia prima per poi andare alle fasi di preparazione pratica dell’impasto del pane, all’utilizzo della gramola (in dialetto grâma), e all’illustrazione della cottura nel forno, fino al consumo del pane e alla sua conservazione.

Il ciclo del pane che viene rievocato, e dimostrato praticamente con il coinvolgimento dei bambini, è quello della tradizione romagnola della prima metà del Novecento.

Oltre ai 9 laboratori didattici legati al ciclo del pane, nell’anno scolastico 2019-2020, sono in programma anche 8 “Laboratori di cucina romagnola” riservati alle Scuole primarie di Cervia con la preparazione e degustazione di tre piatti tipici della cucina romagnola: tagliatelle,strozzapreti e cappelletti e naturalmente della piadina romagnola.

A questi si aggiungerà anche  il tradizionale  programma dei  “Laboratori di cucina romagnola” rivolto alle seconde classi dell’Istituto Alberghiero (IPSEOA) Tonino Guerra, sia alle Aie che nei locali dell’Istituto, che è in fase di preparazione.