Corsini: “Bus turistici non adatti ai centri storici. Per le linee extraurbane ci siamo già rivolti ai privati e lo faremo ancora”

Più informazioni su

“I bus turistici non riuscirebbero a circolare nei centri storici delle nostre città, nei quali, come noto, praticamente non entrano mai. Tanto che nessun sindaco, amministratore locale o presidente di Regione, di qualsiasi colore politico, ha mai avanzato una proposta così incongrua per i tratti urbani. Quanto alla rete extraurbana, lo abbiamo già fatto: da subito, infatti, ci siamo rivolti ai privati per potenziare i servizi e lo faremo ancora”. Così l’assessore regionale ai Trasporti, Andrea Corsini, replica agli esponenti della Lega che sul tema del trasporto scolastico invitano la Giunta a coinvolgere bus turistici e operatori privati.

“Si tratta di una questione che non riguarda la sola Emilia-Romagna, bensì l’intero Paese- prosegue Corsini- tanto che ci stiamo coordinando anche col Veneto, per rimanere a una regione a noi vicina, sulle misure possibili”.

“Né va dimenticato che prima ancora della riapertura delle scuole abbiamo istituito un tavolo regionale con aziende di trasporto pubblico locale, enti locali e sindacati per condividere ciò che serviva per il ritorno in aula- sottolinea l’assessore-. Tanto che abbiamo potenziato i servizi di trasporto con 5 milioni e 700 chilometri in più rispetto all’ordinario, con 270 autobus aggiuntivi, per un investimento di 16 milioni di euro. Inoltre, abbiamo stanziato un altro milione di euro per gli interventi di sicurezza a bordo dei mezzi, dalla sanificazione alle pareti a protezioni dei guidatori. Siamo pronti a valutare ogni proposta- chiude Corsini– purché realistica e fattibile”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da sentinella

    ma l’assessore Corsini ed il Sindaco Pascle si parlano? “ I bus turistici non riuscirebbero a circolare nei centri storici delle nostre città, nei quali, come noto, praticamente non entrano mai. Tanto che nessun sindaco, amministratore locale o presidente di Regione, di qualsiasi colore politico, ha mai avanzato una proposta così incongrua per i tratti urbani…” un giro in via Carducci, viale Farini e viale Pallavicini di Ravenna, che sono strade in pieno centro storico non ci sono avenuti di recente?
    Per l’assessore regionale quindi le scelte di De Pascale sono riprovevoli.
    Trovo la vostra linea editoriale scandalosamente pro comune…..nemmeno un’accenno alla situazione tragica del centro di ravenna ingorgato da autobus dopo la dichiarazioen di Corsini! i giornali asserviti ci mettono poco a sparire…..

  2. Scritto da marco74

    Corsini o no Corsini rimane comunque il piazzale di start romagna forse futura caserma della polizia municipale ricca di pullman turistici inutilizzati in questo periodo covid che non riescono di certo a circolare per i vicoli della città ma quelli sicuramente possono entrare in supporto agli attuali utilizzati di pari dimensioni.
    Mi piacerebbe anche capire meglio perché quelli del servizio pubblico non riescono ma quelli del supporto dei privati si….
    Di sicuro necessitano di risorse economiche e personale ma soprattutto di un senso di responsabilità spesso citato dal PdR verso i cittadini ma soprattutto dovrebbe tale senso essere da parte delle istituzioni ed andare ben oltre al pensiero di un bilancio aziendale o di una propaganda politica.
    Questa è una mia opinione, sbagliata o corretta che sia…

  3. Scritto da Direttore

    Gentile signora Sentinella, precisiamo due punti. Il primo: l’Assessore Corsini parla di centri storici e le tre strade di cui lei parla sono in centro ma non nel centro storico della città. Il discorso dell’Assessore è tecnicamente ineccepibile e non comprendiamo la sua intemerata. Il secondo: può darsi che le testate giornalistiche asservite al potere abbiano vita breve, in ogni caso la cosa non ci riguarda per almeno due ragioni, legate fra loro. A Ravennanotizie siamo liberi e non siamo asserviti ad alcun potere, al punto che da destra ci accusano di essere di sinistra e da sinistra ci accusano di dare troppo spazio alla destra. Ravennanotizie inoltre esiste dal 2006 ed è in continua crescita. LA REDAZIONE