Quantcast

Logo Associazione Ravenna Parkinson: premiati gli studenti del Liceo Artistico di Ravenna

Più informazioni su

Questa mattina nella sala Preconsiliare del Comune di Ravenna si è tenuta la premiazione del concorso per realizzare il logo dell’Associazione Ravenna Parkinson, che ha coinvolto gli studenti del Liceo Artistico “Nervi Severini” di Ravenna. Oltre 70 i progetti consegnati, che sono stati valutati dalla commissione nominata dal Consiglio direttivo dell’associazione, e composta anche dai critici d’arte Roberta Eugeni e Lidia Bagnara.

Tre i riconoscimenti conferiti: il Premio Cuore”, quello che fra tutti ha più emozionato il Consiglio direttivo dell’associazione, è stato riconosciuto alla studentessa Syria Masi. Il “Premio Critica d’Arte”, attribuito dalle due esperte della commissione, è andato allo studente Manuel Grandi. A vincere il primo premio è stata la studentessa Giada Savelli. Così ha spiegato il processo creativo del logo da lei realizzato: “Inizialmente ero un po’ preoccupata perché eravamo in dad – ha esordito -, ma devo ringraziare i prof che ci hanno assistito a distanza e consigliato. Sono partita da una parola chiave, ‘semplicità’, poi ho lavorato sulla simbologia: il mosaico per Ravenna, il tulipano come simbolo dell’associazione, infine il cerchio per trasmettere accoglienza e armonia”.

La prima classificata ha ricevuto un buono di 500 euro in spesa scolastica e altri 500 euro sono stati donati al Liceo Artistico. Ai tre studenti autori dei progetti grafici selezionati è inoltre stata consegnata la tessera onoraria di socio e la possibilità di partecipare a un tirocinio formativo presso l’azienda che realizzerà il progetto “Parkinson Play”, un gioco da tavolo in fase di elaborazione legato alla patologia di Parkinson.

“Ringrazio l’associazione per averci coinvolto in questo progetto – commenta la preside dell’istituto, Mariateresa Buglione -. E’ attraverso la creatività che i ragazzi possono conoscere e affrontare le problematiche del territorio, creando quel legame stretto che da sempre la scuola cerca di instaurare”. Per l’assessore comunale al Volontariato, Gianandrea Baroncini,  “è importante costruire una cittadinanza consapevole, ed è anche grazie all’aiuto delle associazioni ravennati che il Comune è riuscito ad affrontare con grandi risultati le difficoltà di questa emergenza sanitaria”. Infine, il presidente dell’Associazione Ravenna Parkinson, Andrea Tronconi, ha ricordato che “la provincia di Ravenna conta circa 3.500 parkinsoniani. Anche per questo, il progetto del nuovo logo è un tassello del percorso di apertura di Ravenna Parkinson che vuole raccontarsi al tessuto ravennate per poter sensibilizzare anche i giovani su un tema così delicato”.

Più informazioni su