CICLISMO / Sofia Collinelli in azzurro ai campionati europei Juniores e Under 23 su pista in Belgio

Più informazioni su

E’ tutto pronto per l’avventura in azzurro delle “panterine” Sofia Collinelli ed Eleonora Camilla Gasparrini, di scena da domani, martedì 9 luglio, a domenica 14 luglio ai campionati europei Juniores e Under 23 su pista in programma a Gand (Belgio). Le due atlete del VO2 Team Pink, infatti, faranno parte della spedizione azzurra guidata dal ct Edoardo Salvoldi e saranno al via nelle gare per Donne Juniores.

Per la ravennate Collinelli, classe 2001, si tratta di una nuova estate ai massimi livelli internazionali di categoria dopo aver brillato lo scorso anno ad Aigle (2018), dove Sofia (figlia d’arte, il papà-ds è stato oro olimpico ad Atlanta 1996) ha conquistato il titolo mondiale ed europeo nell’Inseguimento a squadre e il bronzo continentale nell’Inseguimento individuale. Per la Gasparrini, classe 2002 e al suo primo anno in categoria, invece, si tratta del debutto europeo, dove Eleonora arriva con il fresco titolo tricolore centrato a cronometro proprio davanti alla compagna di squadra Collinelli.

L’avventura in maglia azzurra di Sofia Collinelli ed Eleonora Camilla Gasparrini dovrebbe iniziare già domani con la partecipazione alle qualificazioni dell’Inseguimento a squadre, dove dovrebbero essere schierate anche Camilla Alessio e Giorgia Catarzi (Ciclismo Insieme). Le qualifiche sono in programma nella tarda mattinata, intorno a mezzogiorno, mentre mercoledì mattina spazio al primo turno, seguite dalle finali nel pomeriggio.

A fare il punto della situazione in casa VO2 Team Pink è Andrea Collinelli, direttore sportivo (e papà di Sofia) della formazione Donne Juniores insieme al giovane collega Stefano Peiretti.

“Siamo molto felici – spiega Andrea Collinelli – della doppia convocazione di Sofia ed Eleonora, senza dimenticare il percorso fatto e che proseguirà in azzurro anche per Aurora Mantovani e Giulia Affaticati, tutte protagoniste fin qui nei raduni. Agli Europei le due ragazze possono far bene e anche l’Italia nel suo complesso può essere protagonista sia nelle prove di squadra sia individuali. Rispetto all’anno scorso, le ragazze non arrivano dal ritiro in altura a Livigno, ma comunque abbiamo avuto riscontri positivi nell’ultimo periodo sia nelle gare su strada sia negli ultimi allenamenti su pista”.

Più informazioni su