Quantcast

Ravenna, al bagno Perla Alessandro Bonaccorsi presenta il suo libro “La via del disegno brutto”

Dopo il successo delle albe in spiaggia con Mariquita e Khorakhanè che hanno visto una moltitudine di persone invadere la spiaggia per ammirare il sorgere del sole in musica, la settimana continua con iniziative raffinate quali l’incontro con Alessandro Bonaccorsi al Bagno Perla, a Punta Marina, in programma oggi, lunedì 5 agosto, alle ore 21, con il libro La via del disegno brutto.

Insieme a Federica Ferruzzi e Livia Santini, lo scrittore metterà in luce la necessità di ciascuno di noi di disegnare come momento di creatività pura e innata che deve solo essere sollecitata. Carta, colori, matite e pennarelli come utensili indispensabili, verrete trascinati nel vortice del disegno che non sarà mai e poi mai brutto. Come sapientemente afferma Guido Scarabottolo, la maggior parte delle persone non sa disegnare e quindi non disegna. Parla, scrive, pensa, canta, ma non disegna.

Le nostre mani si sono abituate a guidare, cucinare, scrivere su una tastiera, ma hanno dimenticato la gioia di tracciare segni, il gusto di far fluire la penna sul foglio, in piena libertà. La Via del Disegno Brutto è un percorso pratico, divertente e adatto a tutti, che ti accompagna a esplorare il tuo tratto, la tua fantasia, il mondo. La felicità è a portata di matita!

La rassegna proseguirà martedì 6 agosto ore 21 al Coya Beach di Casalborsetti con una serata dedicata all’osservazione del cielo estivo grazie ad Oriano Spazzoli che con il suo fidato telescopio darà ai presenti la possibilità di scrutare le stelle e i pianeti visibili con tanto di spiegazione dei fenomeni sottesi. Sapiente divulgatore scientifico, Spazzoli da tempo sostiene l’Associazione Piccoli Grandi Cuori durante la rassegna estiva Un mare di solidarietà.

La settimana si concluderà con l’alba in spiaggia domenica 11 agosto dalle ore 5 al Bagno Corallo Beach di Marina Romea con le note trasognate delle “FemmeFolk”,un gruppo in cui la creatività femminile si esprime attraverso la libertà del folk. Nasce dall’incontro di quattro donne con storie, gusti e formazioni diverse che hanno in comune il desiderio di divertirsi e reinventarsi attraverso la musica. Il progetto ha dato vita ad un repertorio con un cuore che batte impari ispirato prevalentemente alla musica popolare francese, ma in cui la musica classica da camera, il jazz o il rock entrano con incursioni divertenti e inaspettate scoprendo come la musica in realtà possa essere un tappeto magico.

Gli incontri sono gratuiti e quest’anno sono dedicati alla raccolta fondi per il progetto Pareti dell’Associzione Piccoli Grandi Cuori che si prefigge di decorare le pareti del reparto di Cardiochirurgia Pediatrica e dell’Età Evolutiva del S.Orsola di Bologna.