Quantcast

Lectio magistralis di Frank Vermeulen sulla romanizzazione nell’area medio adriatica a Ravenna

Sarà Frank Vermeulen, professore in di Archeologia romana e Metodologia archeologica alla Ghent University, in Belgio, il terzo Visiting professor ospite al Campus di Ravenna per illustrare le sue ricerche e presentare alla città alcuni aspetti dei suoi studi nell’ambito dell’archeologia del Mediterraneo e in particolare dell’Adriatico.
Lunedì 21 ottobre alle 11 nella aula Bovini di Casa Traversari in via San Vitale 30, Vermeulen terrà una lectio magistralis dal titolo ‘The Roman Colonisation and Urbanisation of Central Adriatic Italy’. L’iniziativa si inserisce nell’ambito del programma Isa Lecture 2019.
La conferenza riguarderà il fenomeno della romanizzazione nell’area medio adriatica. In particolare, il relatore illustrerà l’impatto di Roma sulle dinamiche del paesaggio urbano in questa zona, sulla base di una recente analisi che ha riguardato circa 40 città romane della regione, nonché di intense indagini svolte su una delle sue valli più importanti dal punto di vista archeologico, la valle del Potenza.

La presenza del docente a Ravenna è legata alla convenzione stipulata tra Istituto di Studi Avanzati, Scuola Superiore di Studi sulla Città e il Territorio, e Fondazione Flaminia, in base a cui i ricercatori e docenti dei corsi di laurea ravennati possono invitare, per ogni anno di vigenza della convenzione, studiosi di riconosciuta qualificazione scientifica, a fermarsi per un periodo da uno a tre mesi a Ravenna, e qui dare il loro significativo apporto culturale e scientifico.
Durante il periodo di permanenza, queste figure tengono infatti lezioni, seminari e conferenze, dando in questo modo un forte impulso qualitativo e un respiro internazionale all’offerta culturale e formativa del Campus.
Vermeulen è la terza presenza internazionale in città, dopo Ana Konestra, ricercatrice dell’Istituto di archeologia di Zagabria, che ha tenuto la sua lectio magistralis a marzo, e Alireza Askari Chaverdi, che è stato ospite dell’insediamento universitario ravennate a settembre.