Quantcast

Cervia. Contributi comunali e regionali per i bambini che frequenteranno i Centri estivi nell’estate 2021

Più informazioni su

A Cervia il progetto dei centri estivi accreditati esiste da anni, per offrire una ricca serie di opportunità ricreative e sportive. L’Ente pubblico, anziché gestirli direttamente, sostiene i servizi privati: mantenendo un ruolo di controllo, lascia spazio alla comunità ove si mettono in rete tutte le risorse esistenti, creandone e sollecitandone anche delle nuove al fine di consentire ai cittadini una maggiore possibilità di scelta.

Le famiglie, in questi anni, hanno apprezzato la qualità dei gestori e del personale, le numerose attività proposte, i tempi di apertura, i servizi offerti (refezione, assistenza minori disabili, trasporti) e anche gli aspetti economici, grazie al parziale rimborso dei costi da parte dell’Amministrazione e della Regione.

Anche quest’anno il Comune di Cervia ha aderito al progetto di conciliazione vita-lavoro, riproposto dalla Regione Emilia Romagna, che ha previsto per le famiglie i cui figli frequenteranno un centro estivo aderente, un contributo fino ad € 112,00  a settimana, per un massimo di € 336,00.
L’ente integrerà il contributo regionale, per un massimo di otto settimane complessive, mediante un contributo settimanale variabile in base al tipo servizio scelto, da € 18,00 ad € 40,00.

Per il contributo regionale, occorrerà presentare domanda on line, di adesione, fra fine maggio e fine giugno.
Per il rimborso comunale sarà invece necessario presentare la richiesta a consuntivo, sempre on line entro il 17 settembre. Entrambi i moduli saranno accessibili dal sito istituzionale dell’Ente/aree tematiche/Politiche educative.
Il comune si farà carico del sostegno educativo per i minori diversamente abili.

L’assessore Cesare Zavatta ha dichiarato: “I Centri estivi e il loro buon funzionamento sono una delle priorità dell’amministrazione nell’ambito dei servizi ricreativi e ludici per l’infanzia. I Centri inoltre rispondono ad un bisogno di socialità dei bambini e vengono incontro alle esigenze lavorative dei genitori. Il comune oltre ad accedere ai finanziamenti regionali ha ritenuto di stanziare 45 mila euro per sostenere questi importanti servizi estivi per la comunità. Le risorse impegnate dal comune consentono anche di sostenere e valorizzare le potenzialità e la progettualità del mondo dell’associazionismo locale e del privato sociale, prezioso partner nella co-progettazione di tali servizi”.

Più informazioni su