Quantcast

Filippo Donati presenta i primi due candidati di Viva Ravenna: “Inclusione ed innovazione al centro del nostro programma”

Più informazioni su

I primi due candidati della lista Viva Ravenna dell’aspirante sindaco Filippo Donati per il centrodestra, con la defezione di Forza Italia e del Partito dei moderati, sono stati presentati ieri, 19 luglio, durante una conferenza stampa. Si tratta dell’amministratrice di condominio Vivian Mazzoni, di Piangipane, e dell’avvocato esperto in diritto di famiglia, Lucio Salzano.

elezioni comunali, Filippo donati, viva ravenna

Vivian Mazzoni

La prima si dedicherà soprattutto al campo dell’edilizia, dei parchi pubblici e della loro sicurezza. Il secondo alle famiglie, con particolare attenzione sulla sottrazione dei minori e la proposta di creare in merito un istituto comunale di informazione ai cittadini. Salzano si occuperà anche del settore agroalimentare e di sicurezza stradale del forese.

elezioni comunali, Filippo donati, viva ravenna

Lucio Salzano

“Presenteremo i nostri candidati poco per volta – spiega Filippo Donati durante la conferenza – per dare loro la possibilità di esporre le proprie idee e i loro programmi per la città e per dare a tutti i ravennati la possibilità di conoscerli. Si tratta di professionisti esperti nei loro settori di riferimento, che si stanno impegnando molto, portando ciascuno il proprio contributo nella stesura del programma elettorale. Stiamo procedendo con calma perché non ci saranno “riempi lista” in Viva Ravenna, ma solo persone davvero interessate a fare la differenza per la città”.

elezioni comunali, Filippo donati, viva ravenna

“I punti all’ordine del nostro programma, che sarà pronto nel giro di una settimana, sono tanti e vari, e partono tutti dall’ascolto delle richieste dei nostri cittadini; tanti sono infatti gli aspetti critici che sono stati sollevati, a partire dalla poca manutenzione del centro storico e soprattutto delle zone più periferiche della città. Si tratterà di un programma “aperto” – spiega Donati – anche dopo la sua definizione, con la possibilità di aggiornarlo di volta in volta.”

“È un programma che parla di inclusione ed innovazioneaggiunge Donati -, di restyling urbano, valorizzazione del mosaico, rigenerazione urbana, di welfare e di sanità. La lamentale più grande che stiamo raccogliendo in queste settimane da parte dei cittadini, come accennavo prima, sono gli scarsi interventi di manutenzione messi a punto per migliorare la vivibilità del nostro territorio. Per questo la nostra squadra di lavoro è rappresentata da tantissime diverse professionalità, perché crediamo nel valore della competenza per fare il bene di una città. Stanno collaborando con noi una sessantina di esperti, tra cui, urbanisti, botanici, esperti di commercio, di università, per lavorare concretamente allo sviluppo economico, social e culturale di Ravenna. Temi caldi, al centro della nostra campagna elettorale, sono in primis il lavoro, la proposta culturale, il porto, la mobilità sostenibile a tutela dell’ambiente, come ad esempio la nostra idea di creare un vero e proprio bosco in città, come già accade in molte città del nord Europa. Aumentare la piantumazione di alberi in città permetterebbe non solo di respirare un’aria più pulita, ma soprattutto di mitigare il calore proveniente dai raggi solari. La transizione passa anche da queste cose”.

“Sostenibilità delle nostre decisioni, sostenibilità civile e sostenibilità sociale. Questi sono i capisaldi di Viva Ravenna. Contestiamo che l’amministrazione attuale da anni interviene solo a seconda delle richieste prospettate dai cittadini, quando invece bisognerebbe farlo “a processo”, allo scopo di raggiungere obiettivi a lungo termine all’interno di un più ampio piano, studiato per il bene della città” conclude Donati.

elezioni comunali, Filippo donati, viva ravenna

Filippo Donati

 

 

 

 

 

Più informazioni su