Niente rassegna “Classe al chiaro di Luna”. Question time di Viva Ravenna: “Il Comune ha pensato a proporre una soluzione?”

Più informazioni su

Nicola Grandi e Filippo Donati, consiglieri comunale di Viva Ravenna, hanno presentato un Question time in merito alla mancata programmazione della rassegna “Classe al chiaro di luna” organizzata da RavennAntica, per l’estate 2022. La notizia, come riportato pochi giorni fa in un articolo pubblicato su RavennaNotizie,   è stata comunicata dagli organizzatori tramite social, senza dare precise spiegazioni.

I consiglieri di Viva Ravenna interrogano quindi il Sindaco, chiedendo se “sia a conoscenza della decisione di RavennAntica di non svolgere l’evento “Classe al Chiaro di Luna per l’estate 2022″, e se, per tramite dell’assessorato alla cultura, abbia verificato le motivazioni che hanno condotto a tale decisione, e valutato se vi sia la possibilità di intervenire e rimuoverne gli elementi ostativi anche per la prossima estate”. Chiedono inoltre che “si interessi, anche per tramite dell’assessorato alla cultura, al fine di fare sì che a partire dalla prossima stagione estiva si possano generare tutte le condizioni al fine di far sì che la rassegna “Classe al chiaro di Luna” torni a svolgersi regolarmente”.

“Classe al chiaro di luna”, la rassegna estiva di fatto “costola” di Ravennantica ha portato nella splendida cornice dell’arena eventi del Museo Classis qualcosa come 22.000 spettatori fra il 2020 ed il 2021 per un totale di oltre 70 eventi, a far da traino anche al museo stesso, in quanto visitabile gratuitamente nelle serate degli spettacoli – spiegano da Viva Ravenna.

I due consiglieri sottolineano il duplice interesse che il comune dovrebbe avere sulla vicenda poichè le manifestazioni del 2020 e del 2021 hanno avuto un enorme successo, e sono divenute patrimonio di tutti i ravennati e anche perchè “il comune di Ravenna ha erogato alla fondazione RavennAntica nel solo anno 2020, a vario titolo, una somma superiore al 1.155.000 €”.

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da armando

    E’ un vero peccato la mancanza di questi eventi.- La possibilita’ di visitare il Museo, vedere spettacoli da “grandi eventi”, non solo di musica leggera, ma anche di concerti di musica Classica della Mariani era un luogo di appuntamenti dei Ravennati e non.- Ci mancheranno moltissimo: cosa rimane a Ravenna d’estate ?? d’accordo..c’è il mare, ma la maggior parte delle persone che partecipavano , del mare….??? Speriamo nel cinema…..