Solidarietà e sostenibilità ambientale: come cambia il mercato di Ravenna

Al via il nuovo progetto che coinvolge gli operatori del mercato in azioni volte a diminuire gli sprechi alimentari e ad aumentare la raccolta differenziata

Più informazioni su

È partito sabato scorso, dal mercato ambulante di Ravenna, il progetto frutto di un’importante collaborazione tra Associazioni di categoria degli ambulati, Re di Girgenti, la Cooperativa “Persone in Movimento”, Legambiente, Kirecò, Comune di Ravenna (Assessorati Politiche Sociali e Ambiente) e Gruppo Hera, che coinvolge gli operatori del mercato in azioni volte alla diminuzione degli sprechi alimentari e all’aumento della raccolta differenziata.

Presenti Martina Monti Assessore all’Immigrazione del Comune di Ravenna, Guido Guerrieri Assessore all’Ambiente del Comune di Ravenna e gli altri attori coinvolti nell’iniziativa.
Obiettivo di questo progetto è creare una rete solidale e sostenibile  sul territorio, tra soggetti diversi, oltre a sensibilizzare sugli aspetti ambientali (raccolta differenziata) ma soprattutto sociali connessi allo spreco alimentare. Un ruolo importante sarà svolto dai volontari della Cooperativa “Persone in movimento” che affiancheranno e agevoleranno gli ambulanti nello svolgimento delle attività legate all’iniziativa.

Il Banco di Solidarietà

Alla fine di ogni giornata di mercato, gli ambulati potranno inserire  frutta, ortaggi e alimenti, che devono essere consumati in brevi periodi, in cassette all’interno del proprio stallo. I volontari dopo aver valutato l’idoneità dei cibi li raduneranno in un unico punto, dando così vita ad un Banco di Solidarietà. In seguito i cibi saranno portati all’asilo notturno Re di Girgenti di Ravenna, dove verranno impiegati per preparare i pasti alle persone in momentanea difficoltà economica e sociale.

Al mercato di Ravenna arriva il porta a porta

Sempre sul fronte della raccolta differenziata, è in arrivo anche un cambiamento importante che riguarda il conferimento dei rifiuti al mercato di Ravenna. In precedenza, gli ambulanti svolgevano la raccolta differenziata utilizzando cassonetti stradali. Da oggi saranno invece serviti dalla raccolta domiciliare. Gli operatori del mercato infatti potranno raccogliere carta/cartone, plastica, cassette di legno e di plastica, scarti alimentari all’interno dei propri stalli. A fine mercato addetti di Hera passeranno, di box in box, a raccogliere tutti i rifiuti. Inoltre, per dare un’ulteriore opportunità agli ambulanti e ai frequentatori del mercato di poter smaltire i rifiuti differenziati e indifferenziati, Hera ha collocato 2 Isole Ecologiche di Base in via Cassino e via Berlinguer, con contenitori per la raccolta di carta-cartone, plastica, vetro, organico e rifiuto indifferenziato.
Queste azioni rientrano tra le iniziative che l’Amministrazione Comunale di Ravenna sta mettendo in campo per il raggiungimento del 73% di raccolta differenziata, obiettivo dato dall’Europa per il 2020.

Più informazioni su