Quantcast

Eventi. Al Pala De Andrè inaugurazione del Monumento al ciclista di Piero Strada

Più informazioni su

Domenica 24 giugno, alle 10.30, al Pala De Andrè nel Piazzale del Ciclismo con la presenza dell’assessore allo sviluppo economico Massimo Cameliani e del dottor Roberto Moretto, curatore dell’opera a nome della Associazione Culturale niArt Gallery, sarà inaugurato il monumento al Ciclista dello scultore Piero Strada (Ravenna 1932-2015) La cittadinanza potrà finalmente godere della vista ed usare come punto di sosta durante le passeggiate ed i giri in bicicletta, un monumento dedicato al ciclista, opera dell’artista ravennate e poeta del ferro, Piero Strada, da lui offerto in dono alla città di Ravenna.

Sette anni fa nasceva il progetto di questa opera che l’artista immediatamente forgiò nel ferro sia per il desiderio di chiudere con una grande opera un discorso più volte da lui trattato negli anni sul tema della bicicletta sia per la condivisione nella città di un modo di muoversi e di fare sport estremamente diffusi. Vi è stata negli anni una partecipazione corale all’iniziativa che rispecchia il modo in cui in molti consideravano l’artista, la sua capacità di stare in mezzo alla gente con semplicità e la sua poliedrica cultura applicata all’arte. Oggi, a distanza di tre anni dalla sua morte avvenuta il 2 giugno 2015, si è giunti alla conclusione.

L’espressione corale in questo monumento si esprime non solo nel contributo di realtà locali come la Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, la CMC e la carrozzeria Casadio e Vannini, ma di una ditta come la MAPEI e tante altre realtà di piccole imprese e di privati. Il Comune di Ravenna ha sostenuto e contribuito materialmente alla realizzazione condotta sotto l’egida della Associazione Culturale niArt Gallery affiancata dai contributi tecnici dell’architetto Patrizia Mengozzi e dalle competenze artistiche del dottor Roberto Moretto, intimo amico dello scultore.

L’opera che è stata costruita è il risultato del lavoro a quattro mani, perché Piero Strada aveva lasciato solo la scultura alla stato grezzo e tanti discorsi intercorsi tra lui ed il suo amico nel corso degli anni. La memoria del progetto e delle simbologie che l’artista desiderava venissero trasmesse, si sono concretizzare nei volumi e nei colori del monumento.

Nella stesso giorno in occasione del XXX cicloraduno nazionale FIAB più di 100 ciclisti raggiungeranno il monumento e poi pedaleranno verso il luogo dove li attenderà Piero Strada: il mare custode per sempre delle sue ceneri.

Più informazioni su