Ravenna per Mediterranea: all’Almagià la serata evento per raccogliere fondi per la Ong italiana

Più informazioni su

Oggi giovedì 7 marzo alle 20.30 alle Artificerie Almagià di Ravenna, il Comitato Ravenna per Mediterranea ed il Comune di Ravenna hanno promosso l’evento “Ravenna per Mediterranea” per una raccolta fondi a favore dell’attività della nave della omonima ONG. È già la seconda volta che Ravenna si mobilita a favore di questa ONG che ha messo in mare una nave battente bandiera italiana, la Mare Jonio, per salvare le vite dei migranti che fanno naufragio nel braccio di mare che separa la Libia dalle coste siciliane. 

“Questa iniziativa rappresenta una importante risposta civile ed umanitaria all’ostracismo che il Governo italiano ha posto in essere nei confronti di tutte le altre ONG che in questi anni hanno salvato migliaia di vite umane” si legge nella nota degli organizzatori.

“Ultimo aspetto da segnalare, ma non per questo meno importante, è il fatto che questa iniziativa è il risultato di una stretta collaborazione di tutte le forze che a Ravenna si oppongono al razzismo ed alla xenofobia indipendentemente dalle diverse sensibilità politiche” si legge sempre nella nota.

La manifestazione di questa sera all’Almagià vuole essere un’ulteriore occasione dunque per dare alla città un segno forte riguardo alla tolleranza, all’integrazione ed all’accoglienza. L’iniziativa come si diceva è finalizzata a sostenere l’attività di monitoraggio dei migranti nel Mediterraneo svolta dalla nave battente bandiera italiana, in ossequio alle normative internazionali vigenti del mare, incluse quelle che prevedono il soccorso di vite umane.

Sono molti coloro che hanno voluto dar vita a questo evento, persone di diverso orientamento politico che, hanno collaborato sinergicamente a tale progetto, forti del fondamentale contributo apportato dai sindacati, dall’associazionismo e dal mondo della cultura. L’elenco completo dei partecipanti, aderenti al predetto percorso, sarà reso noto nel corso dell’evento stesso, solo in quell’occasione si potrà effettivamente avere conoscenza della portata reale della compartecipazione con la quale la città abbia dato il proprio sostegno a Mediterranea.

La serata avrà inizio con un saluto del sindaco Michele de Pascale, a cui seguirà lo spettacolo del Teatro delle Albe “Rumore di acque, ideato da Marco Martinelli ed Ermanna Montanari e scritto da Marco Martinelli, coprodotto unitamente da Ravenna Festival e Ravenna Teatro, che vedrà in scena il monologo di Alessandro Renda. La rappresentazione ha origine dai tragici avvenimenti che si susseguono senza sosta nelle acque del Mare Nostrum, in un crescendo di accadimenti narrati nello spettacolo scritto nel 2010 e ancora oggi più che mai molto attuale, visto che il fenomeno non solo non ha avuto una soluzione positiva nel tempo, ma è in progressivo peggioramento in riferimento alla morte di migranti in mare.

La serata avrà come momento principale, una toccante testimonianza di Valerio Camposeo, membro di uno degli equipaggi di Mediterranea. Avremo modo, dalle sue parole, di toccare con mano l’impegno, la fatica e la ragione che anima la missione di queste persone. Contestualmente ci sarà un collegamento skype con la nave. Concluderà la serata la trasmissione di un video messaggio di Alessandro Bergonzoni, sostenitore di Mediterranea in innumerevoli occasioni.

 

M. M.

Più informazioni su