Volontariato. Valutazione dell’impatto sociale negli interventi del Terzo Settore: al via un corso

Più informazioni su

La legge di Riforma del Terzo Settore (n.106 del 2016) e i successivi dispositivi attuativi prevedono la valutazione dell’impatto sociale soprattutto laddove ai soggetti del Terzo Settore vengano affidati servizi d’interesse generale. “La valutazione di impatto sociale (VIS) viene inquadrata come una “valutazione qualitativa e quantitativa, sul breve, medio e lungo periodo, degli effetti delle attività svolte sulla comunità di riferimento rispetto all’obiettivo individuato”.

Dare valore alla capacità dell’azione volontaria, nelle sue diverse forme organizzative che ne sono espressione, di trasformare persone e contesti significa evidenziare le modalità attraverso cui il volontariato persegue l’obiettivo di arrecare beneficio a terzi mediante il dono gratuito. La forza di quest’ultimo non sta nell’oggetto donato ma nella speciale cifra che il dono rappresenta per il fatto di costituire una relazione tra persone.

Il volontariato autentico, quindi, è quello in grado di dare vita a legami fra persone mosse da principio di reciprocità. In questa logica, la relazione sostituisce il bene donato o comunque rende la prima più importante del secondo. Ecco perché, volendo approcciare il tema della valutazione dell’impatto sociale generato dal volontariato, è necessario non limitarsi a logiche di misurazione su base meramente «monetaria», che in passato hanno portato a definire la stima del valore economico del volontariato.

Vi è oggi più che mai la necessità di dare evidenza del valore in termini di «capacità trasformativa» del volontariato per comprendere e dare evidenza del passaggio da una logica di efficienza ad una di efficacia e adeguatezza dell’operato in grado di dare conto del valore creato in termini sia economici sia sociali, culturali (rispetto alla diffusione della cultura del dono e del volontariato) ed istituzionali (nel rapporto con le altre istituzioni presenti sui territori).

Il tema del corso è proprio quello di fornire agli enti del terzo settore gli strumenti per la redazione del modello di valutazione. La prima giornata sarà dedicata ad un’introduzione teorica a cura di Paolo Venturi, direttore Aiccon. La seconda giornata, invece, condotta da  Serena Miccolis (Aiccon), vede un approfondimento sul tema e l’illustrazione di un modello di valutazione.

La seconda giornata prevede il seguente programma:
– L’impatto come elemento strategico per i Csv
– Le dimensioni dell’impatto
– Identificare l’obiettivo perseguito: perchè e per chi misurare?
– La mappa degli stakeholder e la definizione delle sfide in termini di impatto (impact challenge)
– La catena del valore dell’impatto: dagli imput all’impatto
 
Come di consueto il corso è organizzato in collaborazione con la Consulta – Coordinamento Volontariato di Cervia Consulta Volontariato Ravenna Consulta Volontariato – Comuni Bassa Romagna Consulta Faentina Delle Associazioni Di Volontariato Forum Terzo settore Ravenna
 
CALENDARIO LEZIONI
– Inquadramento teorico a cura di Paolo Venturi (direttore AICCON)
Giovedì 6 giugno 2019 dalle ore 20.30 alle ore 22.30
– Approfondimento sul tema e illustrazione di un modello di valutazione a cura di Serena Miccolis (Area Ricerca AICCON)
Venerdì 7 giugno 2019 dalle ore 9.00 alle ore 17.00
Entrambe le lezioni si svolgeranno presso il Grand Hotel Mattei – Via Enrico Mattei, 25, 48122 Ravenna

I FORMATORI
Aiccon – Associazione Italiana per la Promozione della Cultura della Cooperazione e del Non Profit è il Centro Studi promosso dall’Università di Bologna, dall’Alleanza delle Cooperative Italiane e da numerose realtà, pubbliche e private, operanti nell’ambito dell’Economia Sociale, con sede presso la Scuola di Economia, Management e Statistica di Forlì – Università di Bologna.

Il corso è aperto a tutta la cittadinanza e rivolto in particolare agli operanti del settore. E’gratuito ed è gradita l’iscrizione tramite il form on line sul sito di Per gli altri www.perglialtri.it oppure iscrivendosi per e-mail formazione@perglialtri.it.

Gli organizzatori consigliano la partecipazione a tutti gli incontri. È previsto il rilascio di un attestato al termine del percorso

INFO E CONTATTI

Associazione Per gli altri ODV – Centro di Servizio per il Volontariato di Ravenna
Via Sansovino, 57 – 48124 Ravenna (RA) – Tel. 0544 401135 – info@perglialtri.it.

Più informazioni su