È online una petizione per lanciare un bus che colleghi Faenza alle frazioni: ecco come firmarla

“Abiti a Faenza o dintorni e cerchi un modo ecologico e poco dispendioso per spostarti all’interno o all’esterno della tua città? Allora questa è la petizione giusta per te”. È questo l’incipit di una nuova proposta ecologista rivolta al Comune di Faenza da un gruppo di cittadini che vorrebbero viversi la città in maniera più green, lasciando a casa più spesso possibile l’auto e usufruendo dei mezzi pubblici, anche per chi abita nelle frazioni.

I creatori di questo progetto vogliono sondare l’interesse dei cittadini per questa iniziativa e così hanno deciso di lanciare la petizione, che può essere letta e firmata al link: http://chng.it/VDk2Rfv9LG.

L’autobus che il gruppo si propone di istituire, si legge nella petizione, “passerebbe a Celle e a Errano, e in base alle esigenze di chi firmerà decideremo dove farlo passare e quando. Per cui ti chiediamo dopo aver firmato di lasciarci un commento con le tue proposte e i tuoi consigli.
Nel caso in cui ti trovi in un’altra frazione di Faenza o in una zona di Faenza sprovvista di questo servizio, modificheremo la nostra idea, per quanto possibile, in modo da realizzare un progetto molto inclusivo. Vogliamo rendere questo progetto il più possibile adatto a tutti”.

“Siamo dell’idea che anche chi abita lontano dal centro abbia il diritto di potersi spostare nella propria città in modo sicuro e poco dispendioso – continua il documento online -. I vantaggi di questo nostro progetto sono molteplici. Per esempio non si inquina l’ambiente e permette di risparmiare sul costo della benzina, come similmente fa già il conosciuto Green-Go bus, che permette di spostarsi all’interno della città di Faenza. Inoltre, permetterebbe anche ai giovani, non ancora patentati, di muoversi liberamente e in modo del tutto sicuro, e agli anziani, che non se la sentono di guidare, un modo per andare in centro a Faenza”.

“Vorremo coinvolgere tutti in questo progetto – aggiungono -, specialmente le scuole, come ad esempio l’istituto superiore I.T.I.P. e vorremmo chiedere agli studenti del corso di informatica di sviluppare un’applicazione semplice da usare che permetta di seguire gli spostamenti e conoscere la posizione esatta dell’autobus per poter sapere quando passerà nel punto prestabilito”.