Russi. Successo per La Fira di Sett Dulur: cotti ben 30 quintali di ‘bel e cot’

La Fira di Sett Dulur non è solo giostre e divertimento, ma è anche incubatrice di eccellenze enogastronomiche uniche, che negli ultimi anni, grazie all’impegno dell’Amministrazione Comunale e di CheftoChef emilia romagna cuochi, hanno visto crescere notevolmente la platea dei propri estimatori.

Tipicità locali come il bel e cot, i caplèt e la canèna sono il vero punto di forza di questa antica festa paesana, tanto da diventare loro stesse gustose quanto efficaci strategie di marketing territoriale.

Da mercoledì a lunedì, quest’anno sono stati cotti ben 30 quintali di autentico bel e cot d’autore, ovvero quello prodotto dalle macellerie di Riziero Cappelli, Fabrizio Fuse e Bruno Renzi, superando ancora una volta le aspettative più positive. Sempre nell’edizione 2019, la famosa canéna della pluridecorata Tenuta Uccellina ha toccato quota di 20 quintali venduti.

A tutto ciò si sommano poi le degustazioni di “garganelli al ragù di bel e cot” rese possibili anche grazie al sostegno della ditta Franco Ferruzzi.

Un grande successo, quindi, raggiunto attraverso le tante persone che hanno preso parte alle molteplici iniziative culinarie, consolidando ulteriormente quell’importante “rete” che unisce le forze sane della realtà russiana: le associazioni e le attività produttive del territorio.