Pro Loco alla prova dei…cuochi nel Pranzo della solidarietà

Continua la proficua e intensa collaborazione tra la Pro Loco di Lugo e la Consulta del Volontariato dei Comuni della Bassa Romagna: un legame che trova la sua espressione più alta in occasione della Festa del Volontariato, organizzata dalla stessa Consulta e dall’associazione Per gli altri – Csv Ravenna, a cui la Pro Loco, da meno di due mesi presieduta da Cristiano Cavolini, darà il suo attivo contributo, allestendo come da tradizione il Pranzo della solidarietà.

Del resto le capacità ai fornelli dei volontari della Pro Loco sono ormai conclamate e testimoniate giusto un anno fa dal successo nella prima gara gastronomica tra le Pro Loco dei 9 Comuni della Bassa Romagna denominata  “Basta ch’u s’megna”, organizzata dall’azione congiunta di  Ferrara Fiere e dall’Ufficio Comunicazione dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna.

Sabato 21 settembre, il Pranzo della solidarietà sarà l’evento di apertura della Festa, che si terrà in vari punti del centro storico di Lugo: Galleria e loggiato Credit Agricole Cariparama, Largo Repubblica, piazza Baracca, piazza Martiri e Monumento a Baracca.

Al prezzo di 15 euro, chi aderisce al pranzo si vedrà servire un menu composto da lasagne con zucchine e taleggio, reale di vitello con patate, torta di riso, acqua e vino. Parte del ricavato sarà messo a disposizione della consulta a coperture delle spese organizzative della Festa.

Per adesioni e prenotazioni al pranzo, telefonare alla pro Loco (0545 22567) oppure ai responsabili 333 2139517 – 324 5885511.

Il Pranzo della solidarietà rappresenta il primo impegno ufficiale della nuova Pro Loco dopo l’insediamento del nuovo consiglio direttivo: al pranzo seguirà la… cena, nel senso che i volontari dell’associazione stanno lavorando anche per il prossimo evento, la Cena a quattro mani, in programma venerdì 27 settembre a Nervesa della Battaglia, in occasione della tradizionale visita di una delegazione di Lugo alla città gemellata nel nome nel ricordo di Francesco Baracca, che a Nervesa trovò la morte. In questo caso l’appuntamento è per sabato 28 settembre.