GiovinBacco in Piazza a Ravenna: il Lions Club Ravenna Bisanzio cura la vendita del vino a scopo benefico

Come da tradizione, a GiovinBacco in Piazza a Ravenna il vino si assaggia e degusta nei vari stand in Piazza del Popolo e in Piazza Kennedy accolti dai produttori o dai sommelier, ma lo si può anche comprare. La vendita ha però un carattere particolare, perché è gestita dal Lions Club Ravenna Bisanzio e il ricavato è destinato in gran parte a progetti sociali. Lo stand per la vendita del vino si trova in Piazza del Popolo e segue l’orario di apertura degli stand del vino: venerdì 25 ottobre dalle 17 alle 23, sabato 26 ottobre dalle 11 alle 23 e domenica 27 ottobre dalle 11 alle 22. Va ricordato che il vino per la vendita a scopo benefico è messo a disposizione a titolo gratuito dalle cantine di Romagna presenti alla manifestazione.

 Roberto Garavini è il segretario del Lions Club Ravenna Bisanzio e tutti gli anni è un assiduo volontario della vendita del vino.

“Noi collaboriamo a questa iniziativa da tanto tempo ormai, fin da quando GiovinBacco si faceva al Salone dei Mosaici e ormai ho perso il conto degli anni. – dice Garavini – Fare beneficenza rientra fra i nostri scopi istituzionali a livello internazionale, nazionale e locale. Nel caso di GiovinBacco, si tratta di un service che suscita sempre molto interesse fra i nostri soci, che per due giorni e mezzo, dal tardo pomeriggio del venerdì alla domenica sera, fanno qualcosa di diverso dal solito, qualcosa di utile e allo stesso tempo divertente: vendono vino buono. All’inaugurazione della manifestazione di quest’anno parteciperà lo stesso Governatore Lions del nostro Distretto, a dimostrazione dell’importanza che ha per noi questa collaborazione.”

“Oltre a GiovinBacco, facciamo altre iniziative sul territorio lungo tutto il corso dell’anno. A livello locale, da qui a Natale avremo almeno tre iniziative importanti, caratteristiche del nostro club. La più importante è la Festa degli Antichi Mestieri – continua Garavini – che più comunemente chiamiamo Maialata, ovvero una festa dedicata alla norcinatura del maiale. A questo evento partecipano ogni anno mediamente fra le 500 e le 600 persone, che ci consentono di raccogliere diverse migliaia di euro che destiniamo a progetti sociali del territorio, da Linea Rosa a FabiOnlus. Ma l’iniziativa più importante che noi sponsorizziamo è la missione in Etiopia, nel villaggio di Wolisso, con strutture e servizi per l’assistenza a 1.000 bambini che seguiamo dalla scuola materna fino alla scuola media. I piccoli di Wolisso vengono vestiti e nutriti e frequentano la scuola dove imparano la loro lingua nazionale e l’inglese. La missione è gestita da un ordine religioso che noi sosteniamo a finanziamo con entusiasmo.”

“Tutti i soldi che raccogliamo con le nostre iniziative, vale a dire dai 20 ai 30 mila euro in un anno circa, a seconda degli anni, vanno in beneficenza. – conclude – Non abbiamo spese, perché le spese correnti di organizzazione le sosteniamo di tasca nostra. Tutto è destinato a attività con un’importante finalità sociale, anche la semplice vendita del vino a GiovinBacco in Piazza a Ravenna.”

GiovinBacco