GiovinBacco in Piazza a Ravenna: parte la kermesse con vino, cibo, bande musicali e il bus navetta gratuito

Taglio del nastro alle 17 di venerdì 25 ottobre con: il Sindaco Michele de Pascale, il Prefetto Enrico Caterino e l'Assessore regionale Andrea Corsini

Il 25, 26 e 27 ottobre il centro di Ravenna diventa teatro di una grande kermesse enogastronomica con il meglio del vino e del cibo di Romagna, grazie a “Giovinbacco. Sangiovese in Festa”, la principale manifestazione enologica romagnola. Realizzato da Slow Food e Tuttifrutti, con il patrocinio e la compartecipazione del Comune di Ravenna e con la collaborazione di numerosissimi soggetti pubblici e privati, tra cui Apt Emilia-Romagna, l’evento si tiene in 4 piazze storiche di Ravenna e nelle aree limitrofe.

Il taglio del nastro è previsto alle ore 17 di oggi venerdì 25 ottobre con la partecipazione delle autorità cittadine, in testa il Sindaco Michele de Pascale, il Prefetto Enrico Caterino e l’Assessore regionale al turismo Andrea Corsini.

Piazza del Popolo anche quest’anno è la piazza dei vini di Romagna con 50 produttori presenti e in più le cantine di Mtv Movimento Turismo del Vino Emilia-Romagna, Le Donne del Vino e Strada della Romagna. Complessivamente, sono oltre 250 le etichette in degustazione. In Piazza del Popolo anche il banco vendita del vino per beneficenza a cura del Lions Club Ravenna Bisanzio, la postazione del SERT per la prova etilometro e per educare al consumo responsabile del vino e il capanno di COOP Alleanza 3.0 con i prodotti di qualità e gli assaggi per il pubblico.

Piazza Kennedy sarà la piazza dei vini italiani, della birra, del cibo di strada. Qui si potranno degustare oltre 40 etichette italiane selezionate da Slow Food e poi alcune birre artigianali locali: Birra Bizantina, Birra Salinae e Birra del Mercato Coperto di Ravenna. Sulla stessa piazza cucina di qualità con otto chioschi gestiti da ristoranti del territorio: Osteria del Gran Fritto, Osteria la Campanara, Osteria i Passatelli 1962 del Mariani, Ristorante Casa Spadoni, Ristorante Amarissimo, Cucina del Condominio, Akâmi casa & bottega, Le Naturelle. In Piazza Kennedy anche l’area di Slow Food e dell’Associazione Il Lavoro dei Contadini.

Piazza Garibaldi ospita i produttori di pane e di olio, fra cui i migliori oli di Romagna da Brisighella a Rimini, e poi ci saranno pizze, panini, focacce e birra del Molino Spadoni. In più due chioschi di pasta fresca degli artigiani di CNA.

In Piazza Unità d’Italia quattro chioschi di piadina gestiti sempre dagli artigiani di CNA Ravenna, con accanto la birra artigianale DELiRA.

Nella sala conferenze della Biblioteca Oriani si terranno 5 laboratori legati al vino. Due nella giornata di venerdì 25 ottobre: uno dedicato a San Valentino: i vini di Luca D’Attoma; l’altro dedicato a Le Donne del Vino dell’Emilia-Romagna: “Come ci siamo ritrovate in questo mondo”. Due nella giornata di sabato 26 ottobre: il primo su Bollicine Romagnole biologiche, biodinamiche e naturali da vitigni autoctoni; il secondo sul tema L’abito fa il vino? Focus sul vino sfuso di qualità. Infine domenica 27 ottobre è in programma l’incontro con i vini finalisti di Albana Déi.

Allo storico Circolo Ravennate di via Corrado Ricci nella mattinata di venerdì si è svolto un convegno anteprima di GiovinBacco sul tema: L’artigianato alimentare a GiovinBacco. Traiettorie di sviluppo e scenari futuri per il settore. Partecipano il Direttore della CNA Provinciale di Ravenna Massimo Mazzavillani e l’assessore alle attività produttive del Comune di Ravenna Massimo Cameliani.

Sempre venerdì in mattinata si riunisce la Giuria tecnica presieduta da Giordano Zinzani Presidente del Conzorzio Vini di Romagna che stabilisce i vincitori 2019 del Premio Romagna Albana e del Premio Romagna Sangiovese Riserva di GiovinBacco.

Sabato 26 e domenica 27 ottobre GiovinBacco è affiancato da Madra, il Mercato agricolo domenicale Ravenna, con agricoltori e artigiani legati alla terra che portano i loro prodotti di stagione.

Grazie alla collaborazione con Ravenna Festival durante tutto il weekend verso sera le bande musicali di Ravenna, Russi e Santa Sofia porteranno musica, festa e allegria su vie e piazze del centro. A chi visita Ravenna durante il GiovinBacco è riservato il pacchetto turistico che ha lo stesso nome della manifestazione, proposto da Ravenna Incoming.

Inoltre, per chi vuole associare i piaceri del vino e della tavola al piacere della cultura è stato studiato per il terzo anno il Carnet Cultura che prevede per chi acquista le degustazioni di vino a GiovinBacco sconti o agevolazioni agli spettacoli della Stagione d’Opera e Danza 2020 del Teatro Alighieri, al MAR per le 3 mostre di Ravenna Mosaico, a Classis Ravenna e alla mostra Tessere di Mare di RavennAntica, e alle proiezioni del Ravenna Nightmare Film Fest.

In occasione di GiovinBacco nelle giornate di venerdì 25 e sabato 26 ottobre le porte di Palazzo Rasponi dalle Teste in Piazza Kennedy saranno aperte fino alle ore 21.30 per consentire al  pubblico della manifestazione di visitare – gratuitamente – le bellezze del Palazzo e le mostre dedicate all’arte italiana ed internazionale della biennale RavennaMosaico.

GiovinBacco

 

LA FORMULA DELLA MANIFESTAZIONE

A GiovinBacco in Piazza l’ingresso è libero. Per gli assaggi di vino sono a disposizione carnet di tagliandi per le degustazioni, che si acquistano in Piazza del Popolo e in Piazza Kennedy. I carnet sono da 4, 6 e 10 degustazioni. Il costo dei carnet è popolare, va da un minimo di 8 a un massimo di 15 euro con il calice, e da un minimo di 7 a un massimo di 14 euro senza calice. Ai soci Slow Food, AIS, AIES, Onav, Romagna Visit Card, Coop Alleanza 3.0 è riservato 1 tagliando degustazione gratuito aggiuntivo per ogni acquisto di un carnet da 4 consumazioni; 2 tagliandi gratuiti aggiuntivi per ogni acquisto di carnet da 6 e 10 consumazioni.

Da quest’anno è possibile acquistare i carnet degustazione vino anche in prevendita allo IAT di Piazza San Francesco a Ravenna oppure online sul sito www.ravennaexperience.it

A GiovinBacco è vietata la degustazione del vino per i minori di 18 anni.

I biglietti per l’assaggio del cibo di strada si acquistano presso i singoli stand o i chioschi e gli acquisti alle bancarelle del mercato agricolo e artigianale si fanno direttamente al banco vendita. A GiovinBacco è possibile pagare i carnet con bancomat o carta di credito.

I possessori dei carnet degustazioni dei vini potranno consumarli non solo a GiovinBacco in Piazza del Popolo e in Piazza Kennedy, ma anche dopo la chiusura degli Stand di venerdì 25 (ore 23), sabato 26 (ore 23) e domenica 27 ottobre (ore 22) presso quattro locali del centro di Ravenna convenzionati con GiovinBacco: Baldovino Enoteca (Via Tombesi dall’Ova), Casa Spadoni (Via San Vitale), Costa Café (Piazza Andrea Costa) e Fricandò (Via Maggiore).

IN BUS NAVETTA A GIOVINBACCO

Anche quest’anno in occasione della manifestazione GiovinBacco, sarà possibile raggiungere il centro storico di Ravenna comodamente grazie all’istituzione del servizio gratuito di bus navetta.
Durante le tre serate, un servizio di bus gratuito collega i parcheggi di piazza Zaccagnini (mercato) e dell’area contigua allo stadio (via Sighinolfi, piazzale del Commercio) con Piazza Caduti.
Il bus sarà in funzione venerdì 25 e sabato 26 ottobre dalle 20.30 alle 00.30; domenica 27 ottobre dalle 18.30 alle 22. Le fermate previste sono quelle di via Sighinolfi e di via Marconi (di fronte all’istituto Morigia) con una frequenza di 15 minuti.

GLI ORARI DELLA FESTA

Venerdì 25 ottobre: dalle 17 alle 23.

Sabato 26 ottobre: dalle 11 alle 23.

Domenica 27 ottobre: dalle 11 alle 22.

INFO: www.giovinbacco.it