GiovinBacco da record: XVII edizione baciata da bel tempo, buon vino, grande pubblico e tanta ottima gastronomia fotogallery video

Nevio Ronconi: "Abbiamo stimato oltre 45.000 presenze durante le tre giornate... in aumento rispetto a tutte le edizioni precedenti"

Il grande successo della XVII edizione di GiovinBacco in Piazza, ha premiato tutti: pubblico, espositori, ristoranti, cantine e organizzatori. La grande kermesse del centro storico di Ravenna – organizzata da Tuttifrutti e Slow Food Ravenna con il patrocinio e la compartecipazione del Comune di Ravenna, con il sostegno della Regione Emilia-Romagna e APT – ha fatto centro.

LA DICHIARAZIONE DI NEVIO RONCONI

Nevio Ronconi, Presidente di Tuttifrutti Ravenna: “Siamo felicissimi del risultato di quest’anno. Con Piazza Garibaldi e Piazza Kennedy abbiamo ampliato e qualificato ancor più l’offerta della ristorazione romagnola, del vino italiano, della birra artigianale e dei prodotti di qualità come l’olio e il pane. Piazza del Popolo ha confermato il ruolo di cuore pulsante della festa del vino di Romagna e Piazza Unità d’Italia quella del cibo di strada per eccellenza: la piadina. Scelte che si sono dimostrate vincenti, molto apprezzate dal pubblico, dalle cantine, dai ristoratori, da chi ha collaborato con noi a organizzare questa bellissima festa. Abbiamo registrato un generale entusiasmo. E i numeri lo confermano: sono altissimi. Abbiamo stimato oltre 45.000 presenze durante le tre giornate. In aumento quindi le presenze di visitatori alla manifestazione, non solo rispetto allo scorso anno (la domenica aveva piovuto), ma rispetto a tutte le edizioni precedenti, con molti appassionati venuti da tutta la Romagna e da altre aree del nostro paese. Tanti i turisti stranieri assolutamente sorpresi e contenti di trovare una città così viva alla fine di ottobre. Una festa allietata anche dalle tre bande musicali romagnole. Unire la degustazione del buon vino al buon cibo e al mercato di Madra è la formula vincente di GiovinBacco. Grazie al lavoro di tutto il personale dell’organizzazione, di tutti i partners e delle tante forze coinvolte e messe in campo – e grazie alla collaborazione della città tutta, dalle istituzioni culturali alle attività economiche private – abbiamo offerto a Ravenna e alla Romagna una festa ancora più grande e più bella. Non è mancato l’aspetto della solidarietà, a cui le cantine e i Lions sono da sempre sensibili. Su questo versante abbiamo espresso anche concreta solidarietà all’Antica Cantina di San Severo, ospitandola a GiovinBacco, dopo l’attentato intimidatorio subito nella loro cooperativa, insieme al Comune di Ravenna e Slow Food”.

GiovinBacco

LA DICHIARAZIONE DI MAURO ZANARINI

Mauro Zanarini Responsabile Eventi di Slow Food Ravenna: “GiovinBacco in Piazza quest’anno ha risposto pienamente alla filosofia Slow Food di valorizzazione del territorio, delle persone, delle esperienze, dei prodotti. In particolare, abbiamo posto l’attenzione sui basilari dell’alimentazione sana: il pane e l’olio a cui Slow Food tiene molto. Un progetto legato ai coltivatori, ai grani antichi e ai mulini; agli ulivi e alla raccolta di olive, ai frantoi delle nostre terre romagnole e d’Italia. Produttori che presidiano il territorio e ci offrono cose straordinarie, e che premiamo attraverso un agronomo che ha fatto conoscere l’olio di Brisighella in Italia e che ha ottenuto la prima dop italiana sull’olio: Franco Spada. Alla cena conclusiva di GiovinBacco gli consegneremo il Pidocchio d’Oro. La nostra presenza come Slow Food è stata ancora più forte e qualificata degli anni scorsi, con una bellissima area creata in Piazza Kennedy, con gli artigiani e gli agricoltori dell’Associazione Il Lavoro dei Contadini, con i vini italiani della Guida Slow Wine e con i ristoratori dell’Alleanza Slow Food dei Cuochi. Molto importanti anche gli incontri che abbiamo organizzato sul turismo esperienziale e i prodotti presenti alla manifestazione, oltre ai riuscitissimi laboratori con i bambini che hanno preparato il pane. Siamo felici che i mercati e le piazze del vino e della ristorazione di qualità siano stati letteralmente presi d’assalto, così come siamo molto soddisfatti del pubblico che ha saputo cogliere e apprezzare questi aspetti – anche culturali – presenti nella nostra proposta.” 

GiovinBacco