Grande successo per la Serata di raccolta fondi per il Banco Alimentare organizzata dai Lions ravennati

Hanno partecipato i Club Lions Ravenna Host, Cervia Cesenatico Host, Ravenna Bisanzio, Ravenna Dante Alighieri, Cervia ad Novas, Ravenna Romagna Padusa e Milano Marittima100

Un grande successo ha riscosso la “Serata di solidarietà’, con circa 200 persone che hanno partecipato all’evento tenuto al ristorante La Campaza di Ravenna, organizzato dai Club Lions Ravenna Host, Cervia Cesenatico Host, Ravenna Bisanzio, Ravenna Dante Alighieri, Cervia ad Novas, Ravenna Romagna Padusa e Milano Marittima100 e dalla Fondazione Banco Alimentare Emilia Romagna Onlus, per presentare la 23^ Giornata Nazionale della Colletta Alimentare in programma il prossimo 30 novembre in tutta Italia a cui è seguita la cena per raccogliere fondi a sostegno del Banco Alimentare Emilia Romagna.

“Nel 2018, in occasione della GNCA, in Emilia Romagna sono state raccolti quasi 844 tonnellate di prodotti, pari a 1.687.000 pasti, coinvolgendo 19841 volontari. E Ravenna, secondo i dati del report 2018, ha ottenuto un risultato eccellente, posizionandosi al secondo posto, sotto Bologna, con 112.479 kg raccolti” ha commentato in apertura di serata Stefano Dalmonte, presidente Fondazione Banco Alimentare Emilia Romagna.
Fabio Bacchilega, presidente di Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, e Massimo Cameliani, assessore alle Attività produttive del Comune di Ravenna, hanno sottolineato l’importanza, per istituzioni ed enti no profit, di ascoltare i bisogni del territorio e agire per dare risposte che siano efficaci e durature. Cameliani ha voluto ricordare il progetto Nutrire Ravenna che si pone l’obbiettivo della lotta allo spreco alimentare: il convegno “Pari dignità fra prodotti e fra persone”, in programma il 25 novembre all’Officina del Ristoro, punta a formare al “non spreco” addetti alle mense sociali e alla ristorazione.

“Il Banco Alimentare è nato 30 anni fa con l’obbiettivo di aiutare chi aiuta. E’ una realtà cresciuta grazie all’impegno di tanti volontari – ha dichiarato Giovanni Bruno, presidente di Fondazione Banco Alimentare Onlus -. A livello nazionale, nel 2018 abbiamo distribuito 90 mila tonnellate di cibo, aiutato 7600 strutture caritative e un milione e mezzo di persone”.
“La Colletta Alimentare è oggi “il gesto caritativo della Nazione”  – ha sottolineato Bruno – ed ha una valenza educativa e culturale, oltre che sociale, poiché solo la solidarietà può sconfiggere l’indifferenza”.
Prima di cena un breve meeting promosso dai Lions dedicato al tema dello spreco e del recupero, con gli interventi di Franco Chiarini di CheftoChef –Emiliaromagnacuochi e Carlo Catani di Tempi di Recupero.
La “Cena con menu del recupero” è stata preparata da Mattia Borroni, chef del ristorante Alexander, Matteo Salbaroli chef dei ristoranti L’Acciuga e La Cucina del Condominio e Francesco Bendandi della Gelateria Sbrino, in collaborazione con Marco Iacullo chef del ristorante La Campaza. Stella Palermo ha deliziato i commensali con la preparazione di un atipico cocktail. La casa vinicola tre Monti ha fornito il vino e Nero Fermento l’aglio nero per la preparazione dei piatti.