Quantcast

Ravenna. Panchine contro la violenza sulle donne realizzate dagli studenti del liceo Oriani e dell’Accademia

Lunedì 25 novembre alle 12.30 in piazzetta Serra, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, verranno inaugurate le panchine ideate dagli studenti del Liceo scientifico Oriani e realizzate in collaborazione con Shani Militello e Alice Zanelli, allieve dell’Accademia di Belle arti.
Il progetto è stato sostenuto dal distretto Rotary 2072 Emilia Romagna – Repubblica di San Marino, con la collaborazione del Comune, assessorato alle Politiche e cultura di genere e assessorato ai Lavori pubblici, e dell’associazione Linea Rosa.
Le panchine realizzate sono due e verranno inaugurate con un piccolo evento aperto a tutti in piazzetta Serra, in caso di maltempo il luogo di ritrovo è l’atrio di via D’Azeglio n. 2. A portare i saluti dell’Amministrazione l’assessora alla Cultura Elsa Signorino; interverranno Paolo Bolzani, governatore del distretto Rotary 2072 per il 2018/2019; Angelo Andrisano, governatore del distretto Rotary 2072 per il 2019/2020; Gianluca Dradi, dirigente scolastico del Liceo scientifico Oriani, Alessandra Bagnara presidente dell’associazione Linea Rosa.
La cerimonia vedrà la partecipazione della classe 3ª a indirizzo musicale della scuola secondaria di 1° grado Don Minzoni insieme all’Orchestra dei giovani del professor Franco Emaldi che eseguirà alcuni brani e la messa in scena di un brano rivisitato di Paola Cortellesi e Claudio Santamaria del monologo “Mi chiamo Valentina” da parte degli studenti e delle studentesse della classe 5ª B del Liceo Oriani.

Le due panchine realizzate

Il progetto della prima, dal titolo “Progettiamo una panchina per la nostra città”  è stato realizzato dalla classe 4ª Dsa, seguita dalla professoressa Donatella Fusconi e sono state coinvolte le studentesse e gli studenti: Alessia Argniani, Maria Grazia Babini, Sara Bernabini, Matteo Bernardi, Letizia Bittasi, Giacomo Ceroni, Chiara Da Ros, Chiara Drapelli, Filippo Fabbri, Giacomo Foschini, Federico Ghini, Massimo Montanari, Asia Pezzi, Nicola Scarpelli, Daniel Valmori, Peter Vetricini , Denis Zeqaj, Agnese Zoffoli Bartolazzi. La panchina ha l’aspetto simile a una poltrona e ha inserti frontali oro e rosso in mosaico. La seduta è costituita da assicelle di legno.

La seconda è stata ideata dalle studentesse Laura Mazzavillani e Sofia Zoli della classe 4ª A, seguite dal professor Leonardo Babini, con un progetto dal titolo “Panchina Rossa. La bellezza ferita per la Città di Ravenna”. La panchina è caratterizzata da una doppia seduta costituita da assicelle di legno e conclusa da due mezzi cuori agli estremi con inserti in mosaico oro e rosso.

A finanziare la realizzazione delle panchine è stato il distretto Rotary 2072.

A concludere la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne sarà lo spettacolo musicale “Prenditi la vita che vuoi” alle 21 all’Almagià, in via dell’Almagià 50, a cura degli allievi di Officina della musica.
Saranno eseguiti brani in band, set acustico, piano e voce, chitarra e voce; a cura di Linea Rosa e degli allievi di Officina della musica.
L’evento fa parte della rassegna “Una Società per relazioni, strade alternative alla violenza” promossa dagli assessorati alle Politiche e cultura di genere e alla Pubblica istruzione.