Alla cena di auguri dell’associazione Fidapa il Questore di Ravenna porta la sua testimonianza

L’associazione FIDAPA (Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari) sezione di Ravenna ha ospitato alla cena degli auguri una relatrice d’eccezione, Loretta Bignardi, Questore di Ravenna. La presidente Patrizia Ravagli nel darle il benvenuto ha brevemente illustrato il percorso che l’ha portata a ricoprire un ruolo così prestigioso.  Dopo avere iniziato la sua carriera in Polizia di Stato a Firenze ha svolto numerosi incarichi tra Firenze, Roma e Torino, lavorando alla Criminalpol, alla DIA, alla Polizia Postale e alla Direzione Investigativa Antimafia del Piemonte.

Nominata Questore di Forlì, è passata da pochi mesi alla Questura di Ravenna. La dottoressa Bignardi è la prima donna a ricoprire l’incarico di Questore nella nostra città e di questo aspetto della sua vita lavorativa ha parlato con passione, coinvolgendo tutti i presenti con le sue considerazioni.

Il Questore Loretta Bignardi nel corso della relazione “si è concentrata sullo sviluppo del suo percorso lavorativo di donna all’interno di un ambiente prevalentemente maschile. Ha vissuto esperienze e situazioni complesse, nelle quali il fatto di essere donna non l’ha per nulla svantaggiata, anzi le ha dato quella determinazione e quella capacità di gestire le situazioni che è una caratteristica spesso maggiormente sviluppata nelle donne. Raggiungere gli apici della carriera nella Polizia di Stato per una donna è però più difficile, lo dimostrano i dati che ci dicono come su un centinaio di questori solo una decina siano di sesso femminile, mentre nel ruolo prefettizio ora le donne rappresentano la maggioranza” commentano da FIDAPA.

Alla domanda sulla sua gestione del personale femminile e degli eventuali problemi, la dottoressa Bignardi ha risposto che i suoi rapporti con i sottoposti sono particolarmente facili con le poliziotte. In generale, alle donne rivolge però l’incitamento ad imparare a fare rete e ad essere più solidali tra loro. Del suo lavoro, che svolge con grande passione, mette in evidenza che comporta impegni gravosi legati a eventi straordinari, ma soprattutto alle tante attività quotidiane di ordine di pubblico che vanno dalle manifestazioni politiche agli eventi pubblici fino agli apparati per la sicurezza di partite di calcio e molto altro.

Alla serata era presente anche Francesca Montesi, Prefetto Vicario di Ravenna.