Cotignola, incontro in comune per rafforzare collaborazione tra istituzioni e cittadini

Lunedì 16 dicembre si è svolto, presso la residenza municipale, un incontro tra l’Amministrazione comunale, i referenti dei “gruppi di vicinato” attivi su Cotignola e Barbiano e i rappresentanti delle polizie locali. L’incontro, convocato dall’Amministrazione, è servito per fare il punto della situazione sul tema della sicurezza, con particolare attenzione ai furti nelle abitazioni. È stata ribadita – si legge nella nota del comune – l’esigenza di rafforzare la collaborazione tra istituzioni, forze dell’ordine e cittadini nel contrasto a questi fenomeni predatori, collaborazione che deve partire da una maggiore consapevolezza sulla necessità di alzare la soglia di attenzione di ciascuno.

L’incontro è stato anche l’occasione, spiegano dal comune, per aggiornare i presenti sulle azioni messe in campo negli ultimi mesi dal comune, di concerto con tutti i comuni dell’Unione, per contrastare questi fenomeni. L’ultimo e più significativo intervento – aggiungono – riguarda la piena operatività dei 16 varchi (tre collocati a Cotignola) di rilevazione del transito dei veicoli in entrata e uscita dal territorio della Bassa Romagna. Dal mese di maggio, grazie a questo supporto alle forze dell’ordine, è stato possibile intercettare 16 veicoli utilizzati per compiere reati predatori e in tre di questi casi si è proceduto all’arresto dei responsabili. Un altro importante sforzo che si sta facendo riguarda il potenziamento della dotazione organica della Polizia Locale dell’Unione, che aumenterà di otto unità tra la fine di quest’anno e i primissimi mesi del 2020. In aggiunta a questo – proseguono dal comune – continua la stretta collaborazione tra la Polizia Locale dell’Unione e le altre forze dell’ordine per coordinare i pattugliamenti del territorio e svolgere anche servizi congiunti, come i posti di blocco. Nelle prossime settimane si cercherà di intensificare questa presenza anche a beneficio di un maggior presidio delle zone del forese.

Questo impegno delle istituzioni – dichiarano dal comune – può essere ancora più efficace se anche i cittadini fanno la loro parte, singolarmente o attraverso i “gruppi di vicinato”, con segnalazioni qualificate e puntuali e sporgendo sempre denuncia quando vengono coinvolti in reati predatori, per poter consentire alle forze dell’ordine un monitoraggio realistico della situazione. Da parte dei referenti dei “gruppi di vicinato” è stato chiesto uno sforzo all’Amministrazione per potenziare la rete di pubblica illuminazione e quella dei varchi elettronici, per migliorare il presidio del territorio. In ultimo, l’Unione si è mossa in questi giorni per chiedere al Prefetto di Ravenna di mettere in campo ogni azione possibile per rafforzare, in questo delicato periodo delle festività, la presenza delle forze dell’ordine anche sul territorio della Bassa Romagna.