Lega Cervia propone l’istituzione di un cimitero a costo zero dedicato agli animali d’affezione

I Consiglieri Comunali della Lega Cervia Dino Cellini, Enea Puntiroli, Daniela Monti, Stefano Versari e Gianluca Salomoni hanno avanzato una proposta all’amministrazione comunale riguardante l’individuazione di un terreno pubblico idoneo per la realizzazione a costo zero del primo ed unico cimitero ufficiale dedicato agli animali d’affezione della città di Cervia o della riviera romagnola.

Di seguito la nota stampa diffusa da Lega Cervia: “Riceviamo spesso segnalazioni di cittadini cervesi e non che, dopo la scomparsa dei loro “animali” d’affezione, come cani e gatti, che risultano essere quelli maggiormente diffusi, ma anche di: pappagalli, tartarughe, piuttosto che criceti, conigli, furetti e quant’altro, ci lamentavano l’impossibilità di potergli dare una degna sepoltura in un luogo adeguato poiché, coloro che non hanno la possibilità di possedere un giardino, si trovavano obbligati a smaltire il proprio animale deceduto con le procedure previste, perdendone per sempre le tracce.

Facciamo presente che nelle non vicinissime campagne di Zagonara di Lugo di Romagna, esiste già, da vari anni, un prato immerso con tanto di siepi e alberi secolari denominato “Il Parco Beato” che sostanzialmente risulta essere il primo cimitero per animali d’affezione realizzato in Emilia Romagna ove, al suo interno, possono trovare spazio circa 7.000 tombe di animali domestici di tutti i tipi. In particolare il parco sopra citato è stato realizzato su una superficie di 1 ettaro ospitante oltre 3.000 piante e soprattutto, la cosa che ci ha colpito maggiormente, è che codesta area fu concepita come un classico parco inglese perfettamente attrezzato per ospitare le salme dei soli animali d’affezione”.

Alla luce di quanto espresso, Lega Cervia chiede dunque al sindaco Medri e all’Amministrazione Comunale “se fosse interessata a rendersi parte attiva per l’individuazione di un terreno pubblico, magari anche nel forese, idoneo per la realizzazione a costo zero del primo ed unico cimitero ufficiale della città di Cervia o addirittura della riviera romagnola?

Nel caso non siano presenti terreni di proprietà comunale, il Sindaco Massimo Medri e tutta la Giunta darebbero la loro disponibilità formale a quei (eventuali) privati che, sarebbero intenzionati a donare una loro superficie idonea alla creazione del progetto de quo?”

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giovanni lo scettico

    Mi sembra una cretinata. Le carcasse degli animali vanno smaltite senza tante storie.