Le Rubriche di RavennaNotizie - La posta dei lettori

Tante telefonate, ma ancora nulla di concreto: rilancio appello per evitare sfratto di una famiglia

In riferimento al vibrante e disperato appello lanciato dal sottoscritto alla società civile ravennate, a favore di una famiglia composta da 4 persone (mamma, due figli minori ed una anziana) sfrattati in cerca di una sistemazione temporanea al fine di evitare il trauma legato ai momenti dell’esecuzione dello sfratto, in questi giorni tante sono state le chiamate dei cittadini interessati a capire ed a trovare una soluzione alla faccenda. Persone che ringraziamo per l’interessamento, anche se tuttora non abbiamo in mano niente di concreto.
Giovedì 6 febbraio abbiamo avuto un incontro con l’assistente sociale di riferimento della famiglia che pur dimostrandoci la buona volontà e la disponibilità dei servizi a prendere a carico la famiglia, l’esito dell’incontro non ci ha purtroppo portati ad una soluzione concreta. L’assistente sociale ci ha però ribadito la disponibilità dei servizi nel sostenere economicamente la famiglia attraverso un progetto qualora dovessimo trovare un alloggio privato. A questo punto, alla luce della disponibilità dei servizi sociali a sostenere la famiglia qualora ci fosse la soluzione di un alloggio privato, le nostre uniche speranze rimangono strettamente legate nella concretezza di almeno una delle tante telefonate ricevute in questi giorni o in una di tutte le chiamate da noi effettuate agli amici e conoscenti nella speranza di bussare alla porta giusta.

Il tempo richiesto all’avvocato della controparte per rimandare l’esecuzione dello sfratto sta per scadere. Torniamo quindi a rilasciare ancora più forte il nostro appello affinché una persona di buona volontà possa mettere temporaneamente a disposizione un alloggio privato per la famiglia. Ringraziamo tutte le testate giornalistiche locali che dando spazio a questo nostro appello, contribuiscono anche loro a trovare una soluzione concreta a questa famiglia. Per informazioni chiamare il numero 3281455130. Oppure inviare un messaggio a ilterzomondo@yahoo.it .

Charles Tchameni Tchienga, Il Terzo Mondo Onlus