Festa della Donna. A Lugo nuove panchine rosse per ricordare donne vittima di violenza

Il comune di Lugo promuove un’iniziativa per ricordare le donne vittime di violenza attraverso simboliche panchine rosse. In occasione della Festa della Donna, Confartiginato e il Movimento Donne Impresa di Confartigianato della Provincia di Ravenna hanno deciso di ristrutturare e donare alla città tre panchine rosse come segno tangibile dell’impegno nel contrasto alla violenza contro le donne.

Le tre panchine rosse, ristrutturate dalla ditta “Sani Christian” di Lugo, verranno posizionate in piazza Martiri lungo l’area verde antistante la Rocca.

La donazione è stata presentata sabato 7 marzo 2020 in conferenza stampa dall’assessore alle Pari opportunità del Comune di Lugo Anna Giulia Gallegati, dalla presidente Confartigianato Donne Imprese della provincia di Ravenna Emanuela Bacchilega, dal segretario provinciale di Confartigianato Ravenna Tiziano Samorè e da Nadia Somma di Demetra Donne in aiuto.

Lugo_Panchine Rosse_Presentazione

Da sinistra Emanuela Bacchilega, Anna Giulia Gallegati e Nadia Somma.

“Ringrazio Confartigianato e il Movimento Donne Impresa di Confartigianato per aver dimostrato attenzione verso una tematica che è molto cara alla comunità lughese – ha dichiarato Anna Giulia Gallegati -. Queste tre panchine si inseriscono in un percorso che insieme all’Unione dei Comuni cella Bassa Romagna e Demetra Donne in aiuto stiamo portando avanti da tempo per far sì che l’attenzione al fenomeno della violenza di genere sia accesa tutto l’anno, non solo l’8 marzo o il 25 novembre. Le tre panchine saranno sistemate in pieno centro storico, in un luogo in cui passano ogni giorno molti cittadini. Sarà un’occasione, speriamo, per riflettere sulla violenza e sulle pari opportunità, temi su cui c’è ancora tanto lavoro da fare”.

“Una panchina rossa per ricordare ogni giorno che l’apporto delle donne è fondamentale per il benessere e la crescita della società – ha sottolineato Emanuela Bacchilega, presidente Provinciale e Regionale del Movimento Donne Impresa di Confartigianato -. Con questa iniziativa Confartigianato vuole ribadire il proprio impegno per la piena affermazione del ruolo della donna nella comunità, nell’impresa e nel mondo del lavoro”.

La diffusione delle panchine rosse sul territorio vuole lanciare un monito contro la violenza sulle donne e sull’urgenza di realizzare la parità di genere. Un progetto, quindi, volto ad alimentare un processo di consapevolezza nella società, ma anche per prendere coscienza e valorizzare la presenza femminile e le pari opportunità nei luoghi di lavoro e nell’impresa.

Le tre panchine di piazza Martiri si aggiungono così a quella all’incrocio fra viale degli Orsini e via Ricci Curbastro, inaugurata il 25 novembre, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne.

La donazione delle tre panchine rosse fa parte del progetto promosso del movimento Stati generali delle donne, al quale ha deciso di aderire anche il Movimento Donne Impresa di Confartigianato della Provincia di Ravenna.

Il Movimento delle Donne Imprenditrici di Confartigianato, che in Italia dà voce alle istanze e alle potenzialità di 361mila aziende, si occupa di promuovere lo sviluppo dell’imprenditorialità femminile e di favorire la conciliazione tra lavoro e cura della famiglia, si batte da sempre per affermare una significativa rappresentanza delle donne nelle istituzioni e nelle sedi decisionali e per costruire un sistema di welfare che permetta alle imprenditrici di esprimere nel lavoro e nell’impresa le proprie potenzialità, realizzando un percorso di crescita personale ed offrendo il proprio contributo allo sviluppo economico e sociale.