Nasce il comitato civico “Uniti per la sicurezza stradale” per evitare chiusura del Distaccamento Polizia Stradale di Lugo

In data 2 marzo 2020 si è costituito a Lugo il comitato civico, “Uniti per la sicurezza stradale”, per evitare la chiusura del Distaccamento della Polizia Stradale di Lugo, prevista dal Ministero dell’Interno, a seguito del progetto di riorganizzazione della Polstrada sul territorio.

“Chiudere questo presidio di Polizia, perché considerato non più strategico – affermano dal nuovo comitato – significa non conoscere il territorio dei Comuni della Bassa Romagna, che è attraversato da strade di rilevanza come la SS. 16 “Reale”e la Sp253 “San Vitale”, ed ha visto negli ultimi anni un forte aumento del traffico veicolare sia di autovetture che di mezzi pesanti, in particolare sulla SS16 e nelle strade che affluiscono al casello autostradale di Lugo-Cotignola. La soppressione di quest’Ufficio sarebbe un grave danno per il controllo e lasicurezza stradale del territorio, soprattutto in questo periodo nel quale gli incidenti stradali, con esito mortale, sono tornati ad aumentare.”

Il comitato, a cui hanno aderito numerosi imprenditori locali, tra i quali le ditte VENIERI e GAMIE di Lugo, CORA e MADEL di Cotignola, ha il pieno appoggio anche dell’A.S.A.P.S., importante associazione nazionale a sostegno della Polizia Stradale guidata dal Dott. Biserni, ed invita “tutte i rappresentanti delle Istituzioni del territorio, le associazioni di categoria e i sindacati, ad aderire alla raccolta firme e a sostenere tutte le iniziative che verranno organizzate, per scongiurare la chiusura del Distaccamento Polizia Stradale di Lugo.”

Domenica 8 marzo, dalle ore 10:00 alle 12:30, è stato organizzato un banchetto a Lugo in Largo Calderoni di fianco al Pavaglione, per proseguire la raccolta firme “che sta già vedendo una grande partecipazione, a dimostrazione del bisogno di sicurezzada parte dei cittadini del territorio dell’Unione della Bassa Romagna, e della loro vicinanza da sempre alla specialità della Stradale. Il comitato non ha nessun tipo di riferimento politico, ma ha già preso contatti con esponenti di varie forze politiche, sia della maggioranza che dell’opposizione, per fargli comprendere l’importanza dell’iniziativa e sostenere la nostra causa, facendoci da portavoce con Roma” concludono dal comitato.

lugo