A sostegno degli operatori sanitari e degli ospedali di Ravenna e Lugo: le donazioni di aziende ed associazioni

Anche oggi, 31 marzo, sono tante le comunicazione inviate da associazioni ed aziende della Provincia di Ravenna che hanno deciso di donare importanti somme a sostegno delle strutture ospedaliere del territorio per dare il loro contributo nella lotta al Covid- 19. Le elenchiamo di seguito.

Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra – Sezione di Ravenna

Il Consiglio Direttivo della sezione ravennate dell’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra – Sezione di Ravenna ha deliberato, in questo difficile momento storico che anche la nostra comunità sta attraversando, l’erogazione di un contributo di 1000 euro a favore dell’Azienda Unità sanitaria Locale della Romagna per sostenere l’ospedale civile S. Maria delle Croci nella lotta al Corona Virus. “Con questo gesto di solidarietà e vicinanza alla comunità ravennate – afferma il presidente Andrea Casadio – il sodalizio – ora aperto anche ai figli, nipoti e pronipoti dei mutilati e invalidi di guerra – intende fare memoria dei tanti cittadini ravennati che ritornarono, mutilati e invalidi, dai ricorrenti eventi bellici del secolo scorso. Questi nostri padri e nonni, reduci da sanguinosi conflitti, seppero testimoniare con forza ideali e valori di libertà, pace, giustizia e solidarietà nel difficile reinserimento nella vita sociale della città, contribuendo alla difficile ricostruzione della nazione. I loro sacrifici e il loro esempio ci guidino e ci sostengano in questo particolare momento nel quale è doveroso stringersi, uniti e solidali, nella comune battaglia nel contrasto alla pandemia”.

Viglienzone Adriatica srl

Viglienzone Adriatica srl operante nel settore della logistica e dei controlli e spedizioni internazionali ha donato 5000 euro all’Ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna per il contrasto all’emergenza Covid -19 .

Invece l’Anpi – sezione Martiri del Senio di Lugo ha donato 1000 euro all’ospedale Umberto I di Lugo, diventato Covid Hospital. “Siamo sicuramente in un periodo molto difficile – spiegano dall’associazione – che la maggioranza di noi ha mai vissuto. Il rimanere in casa comporta cambiamenti nei nostri stili di vita, lontananza dai nostri cari, dagli amici e dal lavoro, ma il nostro sacrificio non è paragonabile a quello di tutti coloro i quali operano in prima linea per debellare questo virus”.

Associazione culturale “Khatmyatou” di Ravenna

L’associazione culturale “Khatmyatou” di Ravenna, che riunisce numerosi cittadini senegalesi dal territorio ravennate, faentino, lughese e forlivese, ha fatto una donazione di 2.500 euro all’Ausl della Romagna, da destinare all’ospedale di Ravenna.

Associazione Nazionale Partigiani d’Italia di Lugo

L’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia di Lugo rivolge un sentito ringraziamento ai Medici del locale Ospedale Umberto I, ai Medici di base, agli Infermieri, a tutto il Personale Ospedaliero Ausiliario, agli Operatori Socio Sanitari, agli Operatori delle Cooperative che lavorano all’interno delle strutture sanitarie, agli Equipaggi delle ambulanze e a tutti coloro che giornalmente, con grande rischio, si apprestano a soccorrere e curare le persone malate. “Un ringraziamento inoltre va alle Forze di Polizia per l’attività di controllo, a tutte le Associazioni che sostengono con attività, pensieri e donazioni, gli operatori. Un grazie agli Amministratori Comunali che applicano le direttive impartite dallo Stato. Un grazie particolare al Sindaco Ranalli che, attraverso i video sui social network e facebook, non manca mai dal tenere informata la cittadinanza sulla normativa, ogni qualvolta vi sono variazioni, consentendo, a chi è in contatto di fare rete, e con telefonate a coloro che sono sprovvisti di questi collegamenti. Giornalmente il Sindaco sostiene i cittadini anche con consigli di letture o film, al fine di non fare mancare mai i contatti e tenere alto il morale. Nell’auspicio che questa situazione si risolva in breve tempo, dobbiamo comunque essere consapevoli che il più grande aiuto che possiamo dare a tutti gli operatori, è attenersi rigorosamente alle normative in atto” concludono dall’associazione.

Azienda Ocm Srl di Fusignano

Cinquemila euro all’ospedale di Lugo arrivano anche da parte dell’azienda Ocm Srl di Fusignano. Una importante donazione che si aggiunge a quelle dei giorni scorsi e che hanno visto protagonisti tanto il mondo dell’associazionismo quanto privati cittadini.

“Come azienda ci  sentivamo di contribuire a sostegno del nostro ospedale di Lugo in questo momento difficile e di emergenza – sono le parole del titolare dell’azienda Domenico Mariani -, anche in segno di ringraziamento a medici, operatori sanitari e a tutte quelle persone che operano nelle strutture ospedaliere”.

“Un sentito grazie a nome di tutta la comunità a Domenico e a tutti i dipendenti di Ocm – ha dichiarato il sindaco Nicola Pasi nel ringraziare le associazioni -. Giorno dopo giorno sempre più realtà si fanno avanti, dando la possibilità a chi è in prima linea di affrontare questa emergenza nel miglior modo possibile. La prova di un grande senso civico, di una comunità che saprà sicuramente ritrovarsi più unita quando tutto questo sarà finito”.

Chi volesse effettuare una donazione, può farlo a queste coordinate bancarie: Azienda Usl della Romagna – Intesa San Paolo – Iban: IT34W0306913298100000300064, precisando nella causale una eventuale motivazione per la donazione, il nominativo del mittente e il destinatario (per esempio: Mario Rossi per Ospedale Lugo).