La Giunta delibera contributo di 42mila euro per Emporio solidale e Mensa Amica di Cervia

All’interno delle misure urgenti di solidarietà alimentare, la Giunta comunale cervese ha deliberato un contributo economico di 42 mila euro a favore dell’Emporio Solidale e della Mensa Amica.

La misura si inserisce tra quelle previste dall’Ordinanza del 29 marzo 2020 del Capo Dipartimento della Protezione Civile, che ha disposto un finanziamento di 400 milioni a favore dei Comuni per affrontare le emergenze alimentari, alla luce della situazione economica determinatasi per effetto delle conseguenze del Covid-19.

Tale ordinanza ha previsto per il Comune di Cervia uno stanziamento di 152.785,77 euro, con i quali è stato costituito il fondo di solidarietà alimentare, utilizzato per soddisfare le necessità alimentari dei nuclei familiari più esposti all’emergenza, sia attraverso l’elargizione di buoni spesa sia attraverso la distribuzione di beni alimentari e di prima necessità.

Si inserisce in tale contesto il contributo all’Emporio Solidale e alla Mensa Amica, spiegano dal Comune, servizi che hanno proprio come scopo primario quello di garantire l’accesso ai beni primari ai singoli e alle famiglie in condizioni di disagio socio-economico. Inoltre si sono resi disponibili a incrementare le attività e i servizi a favore di un numero maggiore di famiglie.

L’Emporio e la Mensa opereranno in stretta connessione con il Servizio sociale territoriale – che sta raccogliendo le richieste della comunità – per soddisfare le necessità alimentari dei nuclei familiari individuati dallo stesso. Il Comune ricorda che l’Emporio Solidale e la Mensa Amica sono attivi nel territorio da alcuni anni, promossi dal Comune di Cervia e dal Coordinamento del Volontariato, all’interno del più ampio progetto del Welfare dell’Aggancio.

Come noto, la gestione operativa è in capo al Coordinamento del Volontariato di Cervia e le attività vengono svolte avvalendosi prevalentemente di volontari, che peraltro nella maggior parte dei casi sono gli stessi beneficiari del servizio che, nella logica del welfare generativo, a fronte dell’aiuto ricevuto mettono a disposizione il proprio tempo in favore di altri che abbiano bisogno a loro volta di aiuto.

“In questi tempi di emergenza – dichiara l’assessora alle Politiche sociali Bianca Maria Manzi – l’Emporio solidale e la Mensa Amica rappresentano un nodo strategico per rispondere ai bisogni della nostra comunità e pertanto riteniamo fondamentale sostenere la loro attività. Abbiamo visto che in questi anni, da quando sono attive, le due realtà sono state determinanti per aiutare decine di nuclei familiari, per i quali rappresentano punti di riferimento sia per soddisfare i bisogni alimentari sia per diffondere la cultura del welfare. Oggi come oggi queste realtà sono ancora più preziose”.