Russi. CRA Baccarini, salgono a 3 i morti, due a causa del Covid, altri 6 anziani positivi. Sindaco Palli: “Gestione Asp rimane”

Nel comune di Russi sale a 58 il numero delle persone risultate positive al tampone del Covid-19, con due nuovi casi differenti tra loro: stiamo parlando di un medico e di una persona entrata in contatto con un familiare risultato positivo. Salgono a tre i decessi registrati nelle ultime 24 ore, due dei quali riguardano anziani della Casa di riposo Baccarini. Sfortunatamente sono due infatti le anziane di 96 anni morte causa Coronavirus mentre, l’uomo deceduto, sempre di Russi, non era degente presso la struttura. Nonostante il momento estremamente difficile il comune di Russi celebrerà l’anniversario della Liberazione con una serie di attività rivolte principalmente ai cittadini, ricordando i valori della Resistenza anche con il passaggio di una vettura per le vie del paese che diffonderà canzoni celebri della Liberazione d’Italia. Il Sindaco di Russi, Valentina Palli, in questa intervista intanto fa chiarezza sulla situazione attuale della CRA Baccarini negando le voci che vedrebbero l’Asp sollevata dalla gestione della struttura.

Casa Riposo Baccarini Russi

L’intervista

Sindaco, ci faccia il punto della situazione Covid-19 a Russi al 23 aprile 2020?

“Purtroppo dopo la scomparsa della signora 96enne registrato ieri 22 aprile dobbiamo constatare il decesso di una sua coetanea in data odierna. Entrambe erano ospiti della struttura Baccarini ed entrambe sono decedute in Ospedale. È venuto a mancare anche un anziano causa Coronavirus, ma non era ricoverato alla CRA Baccarini. I tamponi fatti mercoledì sui degenti della Baccarini fanno registrare nuovi 6 casi positivi, tutti ospedalizzati a Lugo. Riassumendo, alla Baccarini su 61 ospiti iniziali si registrano sinora un decesso non dovuto al Covid-19, due dovuti al Coronavirus e 31 degenti positivi. Restano in struttura 28 persone negative. Per quanto concerne la situazione generale di Russi, sono 58 i positivi al Coronavirus, con due nuovi casi che vanno ad aggiungersi ai 6 della CRA. Parliamo di un medico, quindi di una persona impegnata in prima linea e di un’altra persona entrata in contatto con un familiare già risultato positivo”.

Per quanto concerne gli OSS qual è la situazione?

“Innanzitutto, gli operatori hanno ripetuto i tamponi e restano fermi a 11 i casi positivi. Il 24 aprile e il 25 aprile inizierà l’iter del tampone di guarigione clinica per capire se qualche paziente risultato positivo inizierà a negativizzarsi”.

In che unità sono stati redistribuiti i degenti positivi trasportati dalla Casa di riposo negli ospedali locali?

“Ventuno degenti sono stati portati a Lugo, sei a Ravenna e quattro a Cervia”.

Cosa può dirci della gestione di Asp? Sono vere le voci che parlano di un loro allontanamento dalla gestione della CRA?

“No, si tratta di voci infondate. Abbiamo accordato ad Asp la gestione associata della struttura per ristrutturare la casa di riposo anche e soprattutto in termini di gestione, ma quella di un’interruzione della gestione di Asp ribadisco che è una notizia prematura e infondata”.

Sarà un 25 aprile diverso quest’anno con la piazza sostanzialmente vuota…

“Manterremo comunque la tradizione del 25 aprile nel rispetto delle prescrizioni per ricordare i valori della Liberazione. Nella mattina di sabato si svolgerà la commemorazione del 75° anniversario partendo con la deposizione di corone alla mia presenza e a quelle del Presidente dell’ANPI e della Polizia Locale presso il monumento di Piazza Baccarini, in via Trieste e nell’Area Verde Giulio Sintoni. A seguire si terrà una visita ai cippi commemorativi dei Martiri della Resistenza e ricordo che sarà possibile seguire in diretta la celebrazione sulla pagina Facebook del Comune di Russi. Per quanto riguarda la pubblicazione sulla pagina Facebook del Comune di Russi, si tratta di un album che andrà a formarsi con i contributi ricevuti dai cittadini di Russi sul tema della Liberazione. Non mancherà anche la pubblicazione del video realizzato dalla Proloco in collaborazione con ANPI e Comune di Russi “Russi 25 aprile 2020 Io Resto Libero.” Desideriamo coinvolgere i bambini e i ragazzi del territorio invitandoli a realizzare un disegno, un pensiero, un lavoretto per celebrare e ricordare il tema della Liberazione. Anche gli adulti posso partecipare inviando una frase, una foto che ricorda l’importanza di questa ricorrenza. Tutto il materiale dovrà essere rigorosamente realizzato a casa e con materiali già a disposizione ovviamente. Infine, citiamo l’iniziativa decisa in data odierna: un mezzo del comune di Russi transiterà per le strade cittadine diffondendo canzoni della Liberazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lorenzo

    e certo visti i brillanti risultati, mi sembra il minimo che asp rimanga. Povero paese.