Marcegaglia dona 23mila euro all’ospedale di Ravenna: generosità dei lavoratori e della proprietà

Una straordinaria dimostrazione di solidarietà e di grandissima generosità dei lavoratori e della proprietà in favore della nostra comunità ravennate: così definiscono da Marceglaglia il risultato della donazione di € 23 099.26 al reparto malattie infettive dell’Ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna, frutto della sensibilità dei lavoratori e della proprietà stessa.

All’incontro, tenutosi in data 22 maggio presso l’ospedale Santa Maria delle Croci, erano presenti il Direttore dell’Unità Operativa Malattie infettive – Dott. Paolo Bassi, il Direttore Sanitario Dott. Paolo Tarlazzi, il comitato interno sicurezza Marcegaglia Covid rappresentato per la UILM -UIL dai lavoratori Walter Fiorente, Alessio Lombardi, Antonio Giuliano, per la FIM CISL Carotenuto Aniello il direttore generale Marcegaglia Aldo Fiorini e Stefano Testa RSPP Marcegaglia.

«In poco piu’ di un mese – ha spiegato Walter Fiorente rappresentante UIL-UILM della Rsu – sono stati raccolti più di 11.500 € frutto di donazioni volontarie dei lavoratori, una somma di denaro di rilievo e per certi versi inaspettata, ma che è il frutto e la diretta testimonianza della solidarietà di molte persone. Questa importante cifra, è stata con grande senso di responsabilità e generosità, raddoppiata da parte dell’azienda Marcegaglia. Come RSU aziendale, raccogliendo gli inviti di tanti lavoratori dello stabilimento, ci siamo subito resi conto, fin dall’inizio della pandemia, che anche noi avremmo dovuto fare qualcosa per cercare di aiutare chi in questo momento era in prima linea per combattere il virus. E soprattutto che lo avremmo dovuto fare velocemente”.

“Ovviamente fin da subito – aggiunge – ci siamo impegnati a far conoscere la destinazione dei fondi raccolti in favore del nostro ospedale, e oggi è stato un primo momento di condivisione di una iniziativa che abbiamo voluto e vissuto con grande convinzione. Un modo in più per dare trasparenza al nostro operato e ringraziare quanti hanno direttamente contribuito perché, se fino ad ora è stato possibile tenere sotto controllo il coronavirus lo dobbiamo in primo luogo agli operatori medici, infermieristici e tutto il resto del personale impegnato nell’assistenza ed anche allo straordinario senso di responsabilità e movimento di supporto e vicinanza dell’intera collettività locale che si è osservato fin dai primi momenti dell’emergenza”.

Il dott. Bassi ha ringraziato tutti i lavoratori che hanno contribuito alla donazione e la proprietà Marcegaglia ed ha invitato esplicitamente nel mantenere alta l’attenzione e la responsabilità individuale e collettiva dopo tutti gli sforzi fatti per il contenimento del virus.

Infine, Nel contesto dell’incontro sono stati ringraziati tutti gli operatori impegnati nell’emergenza ed è emerso un corale ringraziamento alla comunità ravennate che, anche in questa occasione, partendo dal mondo del lavoro e in particolare dai lavoratori Marcegaglia ha dimostrato un forte senso collettivo e l’orgoglio per il proprio territorio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da kyra

    braccino corto eh?