Passeggiata a piedi nudi, meditazione, colazione contadina: è l’alba di San Giovanni ai Labirinti di Alfonsine

Appuntamento dalle ore 4.30 all’Azienda Galassi Carlo di Alfonsine (via Roma, 111).

Un appuntamento unico e originale, come unico e originale è il luogo. All’alba, anzi prima, di mercoledì 24 giugno i Labirinti di Alfonsine apriranno i cancelli per permettere ai propri visitatori mattinieri un’esperienza indimenticabile, in una giornata ricca di significati nella cultura contadina: camminare scalzi sull’erba bagnata dalla rugiada di San Giovanni, salutare il sole in compagnia dell’esperta di meditazione Mary-Ann Rust, per poi rifocillarsi con una tipica colazione agricola.

Appuntamento dalle ore 4.30 all’Azienda Galassi Carlo di Alfonsine (via Roma, 111).

Tradizionalmente carica di prodigiosi poteri, si racconta, fin dal 1700, che la rugiada di San Giovanni sia un’acqua che purifica, che eviti i malanni del corpo, renda più belle le ragazze in età da marito e favorisca la fecondità. Altra usanza di questa magica mattina è quella di raccogliere le erbe aromatiche come portafortuna, per scacciare il malocchio e portare sogni premonitori. Raccogliendo un mazzolino di erbe selvatiche da appendere sulla porta di casa, si assicurerà serenità alla famiglia e si allontaneranno gli spiriti malvagi. Questo è il momento dell’anno nel quale l’influenza del sole sulle piante è massima per via dell’intensità radiante. Per tale motivo, molte sono le piante che presentano il proprio picco di proprietà balsamiche.

La passeggiata è gratuita, colazione a pagamento.

Per l’occasione sarà possibile visitare anche i labirinti, solitamente aperti dalle ore 16. Costo biglietto: € 9 adulti, € 5bambini (fino a 12 anni).

Labirinto Effimero di Alfonsine: dedicato all'Inferno di Dante, riparte il 13 giugno “a prova” di Covid

Il Labirinto Effimero 2020 si estende su una superficie di 70.000 metri quadrati con oltre 2 km di percorsi (larghi più di 2 metri, onde evitare incontri troppo ravvicinati fra i visitatori…). Come avvenuto dal 2016, il labirinto sarà anche dinamico, in quanto all’interno del percorso sono presenti tre porte (chiamate Virgilio, con riferimento al tema dantesco) che possono essere chiuse da chi le attraversa, “costringendo” in tal modo a far cambiare sentiero a chi li segue. Al Labirinto Effimero quest’anno si affianca anche il “Labirinto Sospeso”, con un percorso di 2,5 km su una superficie di 4.000 mq realizzato con canne di bambù sospese e altro materiale di recupero. Una vera opera di “land-art” (arte della terra), sempre uguale ma sempre diversa, perché in continua interazione sia con gli elementi della natura sia con i viandanti che lo attraverseranno. Al centro è ospitata un’installazione dal titolo “Scalata all’Inferno”, della giovane artista Laura Rambelli.

Info e prenotazioni cell. 335 8335233 info@galassicarlo.com  www.galassicarlo.com