Quantcast

Lugo progetta la città del domani rivalutando gli spazi pubblici

Riappropriarsi degli spazi urbani per renderli ancora più a misura di cittadino, vivendoli a pieno nella vita quotidiana. Un obiettivo che l’Amministrazione comunale di Lugo persegue da tempo e ora mette in pratica grazie alla collaborazione con diversi architetti, progettisti, associazioni economiche e ingegneri.

Per sviluppare nuove idee e progetti, giovedì 9 luglio il sindaco Davide Ranalli, insieme alle assessore Valentina Ancarani e Veronica Valmori, ha visitato diversi luoghi del centro di Lugo con l’architetto Margherita Manfra del collettivo Orizzontale, da anni impegnati nella progettazione di interventi negli spazi pubblici, all’architetto Roberto Bosi di ProViaggiArchitettura, e a Marcello Bacchini, fondatore di Habitat2020, collettivo impegnato su diversi progetti legati ai temi della rigenerazione urbana, del bene comune e dell’arte del costruire. All’incontro erano inoltre presenti numerosi tecnici e architetti locali, oltre ai rappresentanti delle associazioni degli imprenditori.

L’incontro “itinerante” è stata l’occasione per mostrare a professionisti del settore alcuni luoghi lughesi, come il Pavaglione, la Rocca, piazza Baracca, la galleria della Banca di Romagna, il parco del Tondo e il cantiere di piazza Savonarola, con l’obiettivo di studiare nuovi progetti di rinnovamento e utilizzo degli spazi pubblici, per progettare la Lugo dei prossimi anni.

Lugo_Consiglio

L’incontro nella sala del Consiglio

“La bellezza di Lugo è sotto gli occhi di tutti, ma per far sì che tutti possano cogliere e vivere a pieno questa bellezza servono progetti a lungo termine che consentano alla comunità di creare un legame con questi luoghi – spiega Davide Ranalli -. Abbiamo allora voluto farci accompagnare da chi ha grande esperienza in questo campo per migliorare ancora il nostro centro e proporre una sorta di ‘passeggiata urbanistica’, come quelle che abbiamo fatto negli scorsi anni, per raccogliere nuove idee da mettere in atto. Vogliamo che queste passeggiate insieme a tanti professionisti diventino un’occasione per cogliere tutti i suggerimenti che ci porteranno a migliorare la città”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da don quixote

    Ho come un deja vu: Lugoinnova, Avventura Urbana. Erano i primi anni 2000. Percorsi partecipativi, idee velleitarie al limite dell’umorismo (ricordo la proposta di climatizzare il Pavaglione con la geotermia), parcelle da 120.000 euro. Non facciamo in modo che la storia si ripeta uguale a se stessa!