Alla Galleria d’arte del Terme Beach Resort di Punta Marina parte la mostra del pittore Luca Meroni

Proseguono a ritmo serrato gli incontri d’arte alla Galleria d’arte interna al Terme Beach Resort di Punta Marina, curati dall’art director Andrea Petralia in collaborazione con Mecenate.online.

Da sabato 18 giugno prenderà il via la mostra del pittore lombardo Luca Meroni. Nato a Seregno nel 1976, laureatosi in pittura all’Accademia di Brera, Meroni è un artista figurativo ormai molto apprezzato ben oltre i confini della sua regione (dove pure ha esposto spesso, e partecipato a numerosi concorsi): in particolare, sue opere sono state esposte in diverse località francesi, e ha esposto – con il gruppo artistico “La bottega dell’arte” di Missaglia (Lecco) –  addirittura al Louvre.

Meroni è anche artista poliedrico: alle opere su tela – dai paesaggi ai ritratti (fra cui quello del Cardinale Tettamanzi) – ha alternato la realizzazione di affreschi e pannelli, per edifici civili e religiosi (dal Teatro Sociale di Como alla parrocchia di Sant’anna Matrona di Milano) nonché il restauro (il crocifisso ottocentesco della parrocchiale di Tabiago, il gruppo statuario dei santi Gervasio e Protasio nella chiesa di Nibionno).

“Meroni è un artista eccezionale – scrive di lui il critico Silvano Valentini –: da un punto di vista tecnico e formale è capace di un realismo incredibile. Possiede un mestiere grandissimo. Ma non è la cosa più importante. Perché saper dipingere bene non basta per diventare un vero artista. Per esserlo occorre saper comunicare, dare espressività ai soggetti delle proprie opere. Ebbene, Meroni è un artista nel vero senso della parola perché nelle sue opere è capace di comunicare sentimenti, emozioni, le sue tele sono piene di espressività umana e naturale. Un artista che sa coniugare nel modo migliore le esigenze della più stretta modernità, interessata alla ricaduta concettuale e simbolica del prodotto artistico, con la millenaria richiesta della pittura di trasfigurare in forme e colori accessibili al grande pubblico la realtà che ci circonda”.

 

 

La mostra – realizzata grazie alla sensibilità e alla collaborazione di Art e Parquet di Godo di Russi – resterà aperta tutti i giorni, 24 ore su 24.