75° lancio bomba atomica: Cervia è Lead City di Mayors for Peace, tante le iniziative in città

La città di Cervia è Lead City in Italia di Mayors for Peace (Sindaci per la Pace) ed ha aderito alla campagna “Italia, Ripensaci”, promossa dalla Rete Italiana per il Disarmo e da Senzatomica per il sostegno al trattato, votato nella sede dell’ONU a New York il 7 luglio 2017, sulla proibizione delle armi nucleari”.

Il sindaco di Hiroshima, quale Presidente di Mayors for Peace, invia il 6 agosto di ogni anno la sua dichiarazione di pace a tutte le 7.921 città che aderiscono alla rete, tra le quali la Città di Cervia, con la richiesta di diffondere il più possibile il messaggio per un mondo libero dalle armi nucleari, degli “Hibakusha”, coloro che sono sopravvissuti alla bomba atomica, perché nessuno “altro dovrebbe soffrire come lo abbiamo fatto noi” e perché si raggiunga il consenso della comunità e che la società civile si unisca e collabori nella predisposizione di condizioni migliori per i leader mondiali per l’abolizione delle armi nucleari.

In occasione del 75° anniversario del lancio della bomba atomica su Hiroshima (6 agosto) e su Nagasaki (9 agosto) il comune di Cervia ha organizzato una vetrina di letture presso la Biblioteca Comunale Maria Goia, fino al 14 agosto, mentre il 9 agosto, l’Assessore alla Pace Michela Brunelli sarà presente sotto la Torre San Michele dalle ore 21, per donare a tutte le persone la dichiarazione di pace in italiano e in inglese, del sindaco di Hiroshima Kazumi Matsui e materiale della campagna “Senzatomica” trasformare lo spirito umano per un mondo libero da armi nucleari.

La Dichiarazione dell’Assessore alla Pace Michela Brunelli “La Pace non è un valore cui appellarsi in tempi di conflitti, in tempi di guerre e distruzioni. Parlare di Pace significa viverla ogni giorno, tradurla in pensieri, in gesti che sottovoce possono cambiare il nostro modo di guardare gli altri e il mondo in cui viviamo. La Pace non è delegabile, la Pace riguarda ciascuno di noi, al di là delle origini etniche, delle scelte religiose e di vita di ciascuno.  Per questo a 75 anni dal lancio della bomba atomica su Hiroshima e Nagasaki ha sempre più senso parlare di pace, perché il ricordo non sbiadisca col passare del tempo, ma si trasformi in quel terreno su cui coltivare valori di Fratellanza, di Uguaglianza e appunto di Pace.Mayors for Peace, ICAN, la Rete Italiana del Disarmo e Senzatomica, ci ricordano che il mondo vivrà finalmente in Pace e di Pace solo quando anche l’ultima bomba atomica sarà disinnescata.Cervia da sempre è impegnata nella promozione dei diritti umani e promuove l’abolizione di tutte le armi nucleari e di tutte le guerre. No more Hiroshima!No more Nagasaki!”.