Quantcast

Unione Europea, avviato progetto Re.Te. presso distilleria in provincia di Ravenna

Nell’ambito delle attività previste dall’Unione Europea per lo sviluppo del settore delle accise, nei giorni scorsi i funzionari dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli (ADM) di Ravenna, hanno proceduto ad attivare il progetto RE.TE. (Registri Telematici) presso una Distilleria operante nel contesto del polo distillatorio della provincia di Ravenna.
Il progetto RE.TE. si inquadra nel più ampio progetto di digitalizzazione dell’intero settore delle accise che, stabilendo tempi e modalità per l’assolvimento dell’obbligo di tenuta dei registri di carico e scarico in modalità digitale, si traduce in risparmio, semplificazione e innovazione.

I vantaggi principali della dematerializzazione sono l’azzeramento dei costi legati alla tenuta cartacea dei registri relativi alla movimentazione dei prodotti alcolici sottoposti al controllo fiscale ADM (cosiddetto regime delle accise) e di quelli riferiti ai relativi adempimenti burocratici. Il progetto RE.TE. consente inoltre ad ADM di poter monitorare giornalmente tutte le attività svolte dall’azienda (produzione – introduzioni dall’esterno – estrazioni) mediante l’analisi del
registro telematico, rendendo così i controlli meno invasivi e quindi più efficienti ed efficaci. I riferimenti normativi e le disposizioni inerenti il Progetto RE.TE. sono reperibili consultando il sito ADM www.adm.gov.it/portale/dogane/operatore/accise/telematizzazionedelle-accise/progetto-re-te.