Quattro incontri online della Biblioteca di Cervia per riportare l’attenzione sul tema delle mafie

La Polizia Locale e la Biblioteca di Cervia, in collaborazione con l’associazione Libera-sezione Forlì Cesena e Libera-sezione Ravenna e l’Associazione Casa memoria Felicia e Peppino Impastato, organizzano quattro incontri in modalità online per riportare l’attenzione sul tema delle mafie, mai così attuale. L’emergenza scatenata dall’epidemia di Covid è diventata infatti un’occasione per la criminalità organizzata, soprattutto attraverso l’usura. Roberto Saviano denuncia ad esempio tentativi di infiltrazioni mafiose nell’ambito alberghiero sulla Riviera adriatica, dove gli effetti dell’epidemia hanno duramente colpito l’ambito turistico. Ciò emerge con chiarezza anche dal dossier dell’associazione Libera dal titolo “La tempesta perfetta. Le mani della criminalità organizzata sulla pandemia”.

Si comincia giovedì 28 gennaio alle ore 18 con Umberto Santino, fondatore assieme ad Anna Puglisi del Centro siciliano di documentazione Giuseppe Impastato di Palermo, il primo centro studi sulla mafia sorto in Italia nel 1977. Santino dialoga con Franco Ronconi, referente dell’Associazione Libera Forlì-Cesena.

A seguire, giovedì 4 febbraio alle ore 18 Francesco Carchedi parlerà dei fenomeni mafiosi correlati all’immigrazione straniera e alle forme di vulnerabilità economica, in particolare nel mondo agricoli. Ad intervistarlo sarà Massimo Manzoli, consigliere comunale a Ravenna.

Giovedì 11 febbraio alle ore 18 sarà la volta di Enzo Ciconte, docente di Storia della criminalità organizzata all’Università di Roma Tre, dialogherà con Carlo Garavini, referente dell’Associazione Libera Ravenna sulla storia delle mafie in Italia e sui rischi legati alla pandemia. Il ciclo di incontri si chiuderà giovedì 18 febbraio alle 18 con Giovanni Impastato, fratello di Peppino, che ha raccolto la sua eredità e portato avanti la lotta che il fratello aveva cominciato a intraprendere, intervistato da Ada Assirelli, sindacalista.

Tutti gli incontri si potranno seguire sulla pagina Fb della biblioteca: @biblioteca.goia.cervia.