Quantcast

Castel Bolognese. Rotary, oltre una tonnellata di carne per il Banco Alimentare

I Rotary club della provincia di Ravenna (Ravenna, Galla Placidia, Lugo, Faenza) e di Imola coordinati dal Rotary Club Castel Bolognese Romagna Ovest sono scesi nuovamente in campo insieme nell’impegno per alleviare le difficoltà di tante famiglie dovute all’emergenza COVID nei propri territori.

Nel pomeriggio di venerdì 26 febbraio, alla presenza del sindaco di Faenza dott. Massimo Isola e della consigliera regionale Manuela Rontini, del presidente dela Fondazione Banco Alimentare Stefano Donati e il presidente eletto del RC Faenza dott. Andrea Rava, il Rotary Club Castel Bolognese Romagna Ovest a nome di tutti ha  consegnato alla Fondazione Banco Alimentare Emilia Romagna un carico di 1310 Kg (1,3 tonnellate) di carne bovina di prima qualità, macellata e già porzionata grazie alla collaborazione con il Consorzio del Vitellone Bianco dell’Appennino centrale.

Il presidente del Club castellano Enrico Signorelli ha sottolineato l’importanza della collaborazione fra ‘Club service’ del territorio per un obiettivo comune, che ha consente di continuare a dare un aiuto alimentare concreto a tante famiglie in difficoltà economica. Il Sindaco di Faenza Isola, nel ringraziare il Rotary per questo ulteriore gesto di sensibilità e di solidarietà per le persone più fragili, ha ricordato come questa donazione non sia frutto di una situazione contingente ma ha origine da un tessuto sociale che non vuole che alcuno rimanga indietro. Da parte sua la consigliera Rontini ha sottolineato come questa iniziativa oltre che sostenere un settore in crisi come quello zootecnico, è una opportunità per riflettere sulle sfide concrete che ci attendono come comunità.

Il presidente del Banco Alimentare Emilia Romagna Stefano Dalmonte, ha ringraziato tutti coloro che hanno contribuito sottolineando come ci sia bisogno di crescere nella cultura del dono, che è ben diversa dalla semplice educazione alimentare e dalla lotta allo spreco.

La donazione è stata effettuata negli spazi della ‘Piccola Betlemme’ di Faenza, una delle 27 realtà assistenziali della nostra provincia che beneficeranno della carne donata.