Quantcast

Coldiretti e Campagna Amica donano alla Caritas di Faenza 1.250 kg di prodotti alimentari

Questa mattina, 13 aprile, ha fatto tappa a Faenza l’operazione di solidarietà “A sostegno di chi ha più bisogno” iniziativa promossa da Coldiretti, Filiera Italia e Campagna Amica su tutto il territorio nazionale, con la partecipazione delle più rilevanti realtà economiche e sociali del Paese.

In totale 25 i pacchi da 50 kg ciascuno consegnati alla Caritas di Faenza contenenti prodotti 100% Made in Italy come pasta e riso, Parmigiano Reggiano e Grana Padano, biscotti, sughi, salsa di pomodoro, tonno sott’olio, dolci tradizionali, stinchi, cotechini e prosciutti, carne, latte, panna da cucina, zucchero, olio extra vergine di oliva, legumi e formaggi.

Al breve momento istituzionale hanno partecipato il sindaco di Faenza, Massimo Isola, l’assessore ai servizi alla comunità, Davide Agresti, il direttore della Caritas di Faenza, don Marco Ferrini, il presidente di Coldiretti Ravenna Nicola Dalmonte, il presidente e vicepresidente di Coldiretti Faenza, Damiano Banzola e Verusca Frega.

“Con la consegna qui a Faenza – aggiunge il Presidente della Coldiretti provinciale, Dalmonte – abbiamo concluso questa prima fase dell’operazione solidale che ha toccato tutti i Comuni del Ravennate, ora ci auguriamo che questa esperienza diventi un impegno strutturale in grado di aggiungere valore etico alla spesa quotidiana dei consumatori di tutta la nostra provincia”.

“La Caritas diocesana raccoglie con gioia l’iniziativa di Coldiretti a sostegno di chi ha più bisogno che ora giunge anche nel comprensorio faentino. Si conferma l’attenzione del nostro territorio verso situazioni di disagio e di povertà in questo periodo purtroppo crescenti. Fra i tanti segnali di fatica e di incertezza emerge così anche lo spirito di solidarietà che anima il tessuto sociale e imprenditoriale del nostro territorio impegnandosi a  fronte comune di fronte alla crisi  che stiamo vivendo, in rete con l’Amministrazione locale e la comunità ecclesiale” conclude Dalmonte.

L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla disponibilità del Cae di Gattatico e dalla partecipazione di: Conad, Bonifiche Ferraresi, Philip Morris, Eni, Snam, Intesa San Paolo, Generali, De Cecco, Cattolica Assicurazioni Grana Padano, Barilla, Enel, Confapi, Fondazione Tim, Inalca, De Rica, Pomì, Casillo Group, Mutti, Monte dei Paschi di Siena, Granarolo, Coprob, Virgilio, Parmigiano Reggiano, Casa Modena, Ismea, Fondazione Osservatorio Agromafie, Crea.